Contenuto riservato agli abbonati

Formigine. Le chiede informazioni poi le strappa la collana «Spavento terribile»

Il racconto del figlio della 70enne derubata in via Colombo «Il furto sotto casa. Per fortuna mamma non è caduta»

Stefania Piscitello

Formigine. È uscita di casa come tutti i giorni per andare a trovare il figlio; un tratto di strada da percorrere a piedi di neanche un chilometro, 800 metri appena. Sono bastati quei pochi minuti di percorso, per un’anziana donna residente a Magreta, per essere derubata con l’inganno. È successo ieri mattina intorno alle 9.30 in via Colombo all’altezza del civico 8. «Mia madre – racconta amareggiato Massimo Bruschi – stava venendo qui come sempre. Era arrivata praticamente davanti al cancello di casa mia, quando le si è avvicinata una donna che le chiedeva informazioni sulle strade». Quella donna, dapprima con fare gentile si è accostata alla 70enne, mantenendo le distanze. Dopo essere riuscita a conquistare la fiducia della madre di Massimo le si è avvicinata sempre di più, dicendole di non capire quanto le stesse dicendo. «Sosteneva – prosegue l’uomo – di non comprendere bene la lingua, e ha iniziato a chiedere a mia madre di darle indicazioni più precise sulle vie e le strade di Magreta. Poi, dicendo di continuare a non capire, le ha chiesto di scriverle i nomi delle strade su un taccuino che aveva con sé». Con la scusa del taccuino, le distanze tra l’anziana e la malvivente si sono ridotte ulteriormente: è stato allora che con un gesto fulmineo, quella che alla madre di Bruschi era apparsa come una persona gentile in cerca di indicazioni, ha strappato alla settantenne un collier d’oro. «È stata velocissima – racconta Massimo – dopodiché è fuggita a bordo di una berlina scura parcheggiata in una laterale su cui l’attendeva un complice». L’anziana, impaurita, a quel punto è corsa in casa del figlio: «Abbiamo allertato i carabinieri che sono intervenuti immediatamente, e abbiamo sporto denuncia, ma in questi casi c’è poco da fare. Sono cose che non ci si aspetta da una piccola frazione come Magreta, eppure non ci sentiamo più sicuri, qui si sente parlare spesso anche di furti in abitazione. Stavolta è andata bene ma se mia madre fosse caduta? Ho deciso di segnalare perché penso che queste persone possano essere ancora in zona e spero che non capitino episodi simili a nessun altro». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA