Modena, il giuramento degli allievi ufficiali 202 corso dell'Accademia militare

Sono 201 gli allievi ufficiali del 202°Corso «Onore» dell’ Accademia Militare di Modena che il 30 aprile, alla presenza del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana.

MODENA Sono 201 gli allievi ufficiali del 202°Corso «Onore» dell’ Accademia Militare di Modena che il 30 aprile, alla presenza del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana.

Modena, il giuramento all'Accademia: la cerimonia

Al giuramento dei 140 gli allievi dell’Esercito e dei 61 dell’Arma dei Carabinieri saranno presenti anche il Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, e il Generale di Corpo d’Armata Teo Luzi, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri. Oltre ai 201 allievi che presteranno giuramento saranno presenti anche 18 frequentatori stranieri dello stesso corso, provenienti da 11 Paesi.

«Giurare fedeltà alla Repubblica non è una cosa semplice, implica sacrificio, esempio, dedizione ed oggi assume un significato ancor più forte perchè a causa della pandemia non potete condividerlo con i vostri affetti più cari. È cambiato il modo ma non il motivo per cui liberamente avete deciso di indossare l’Uniforme».

 

Così il Ten Col Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare e consigliere del ministro della Difesa, ’padrinò del 202 Corso Onore. Paglia ha parlato di fronte ai 201 Allievi Ufficiali dell’ Accademia Militare di Modena. «Vi troverete - ha continuato- a dover prendere decisioni importanti per i vostri uomini e per la sicurezza del Paese, ci saranno momenti in cui il tempo diventa essenziale e starà a voi dare l’esempio affinchè i vostri Soldati vi seguiranno senza esitazione e non importa se il proprio dovere lo si continuerà a fare seduto su una carrozzina o con un arto in meno. Ciò che conta è la consapevolezza di averlo fatto fino in fondo senza alcun ripensamento».