Contenuto riservato agli abbonati

Il punto/ Vaccinati o guariti dal virus: un modenese su tre è protetto

Sono poco più di 220mila i cittadini che secondo Ausl sono meno a rischio L’immunità di gregge non è ancora vicina. Ieri 134 nuovi casi e 2 decessi

Giovanni Balugani

Quanti sono i modenesi già protetti dal virus? Difficile dirlo, ma l’Ausl ha effettuato una stima: circa il 31% dei cittadini residenti in provincia è protetto.


Un dato che va spiegato minuziosamente e che comprende tutti coloro che hanno effettuato almeno una dose di vaccino e chi ha già contratto l’infezione ed è guarito.

Partiamo dalle vaccinazioni. Per definirsi “immunizzati” occorre aver effettuato due dosi (o una in caso di Johnson&Johnson), ma l’Ausl, sulla base di studi scientifici, ritiene che già chi ha ricevuto la prima iniezione abbia ottime difese. Nel Modenese su circa 700mila cittadini residenti, 172.312 hanno ricevuto almeno una dose, il 24%.

A questi si devono aggiungere coloro che hanno già contratto il virus e sono guariti: circa 48mila cittadini, poco meno del 7%.

Sommando i due fattori si ottiene 220.312 cioè il 31,4% della popolazione complessiva.

In sostanza un modenese su tre corre bassi rischi di contrarre il virus, un dato incoraggiante in vista delle riaperture e anche in vista del raggiungimento dell’immunità di gregge che, lo ricordiamo, è fissata attorno all’80%. E soprattutto se si pensa che tra le persone vaccinate la stragrande maggioranza è anziana o ha gravi patologie: significa proteggere chi corre il rischio di contrarre forme severe del virus.

Tanto che l’Ausl specifica che la percentuale di coloro che sono protetti dal virus «decresce notevolmente all’aumentare della fascia di età, in relazione all’aumento della popolazione già vaccinata. Ad esempio la stima di persone ancora suscettibili di infezione negli over 85 è del 21,6% (due dosi di vaccino, mentre è dell’11,5% se si considerano anche coloro che hanno ricevuto una sola dose)».

L’AGGIORNAMENTO

A Modena sono 134 i nuovi casi di Coronavirus, tra cui 83 sintomatici. Le persone che sono state immediatamente ricoverate sono 7, tutte in reparti non intensivi. Si registrano purtroppo due decessi: un 77enne di Fiorano e una 94enne di Modena. I nuovi guariti sono 143.

A livello regionale invece si registrano 950 nuovi positivi su 9.852 tamponi. L’età media dei nuovi positivi è di poco inferiore ai 39 anni.

I decessi sono stati 13, compresi i due modenesi.

Il segnale negativo arriva dagli ospedali dove sono aumentati i ricoveri: I pazienti in terapia intensiva sono 217 (+1), 1.671 quelli negli altri reparti Covid (+31). A Modena il numero di degenti in Terapia intensiva è di 33, numero invariato rispetto a due giorni fa.

Sul fronte vaccinale di viaggia verso 1,7 milioni di somministrazioni in tutta la regione. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA