Contenuto riservato agli abbonati

Modena, due anziani rapinati allo stesso bancomat

Aggrediti allo sportello Unicredit: il bandito osserva il pin, li spintona e fugge con la carta. Primo colpo: 2mila euro

«Mia madre ha raccontato che si è svolto tutto in un attimo. L’uomo alle sue spalle non stava per fare un prelievo accanto a lei. Le ha dato una spinta forte, ha bloccato l’operazione ed è scappato col bancomat. Fuori lo aspettava un complice in auto. Abbiamo saputo tramite l’estratto conto che pochi muniti dopo ha prelevato duemila euro da un altro sportello».

È il racconto del figlio di una donna 82enne vittima di un rapinatore probabilmente seriale. Infatti, se questo colpo è avvenuto sabato mattina, proprio ieri mattina ne ha compiuto un altro identico sempre ai danni di un altro anziano. Sempre allo stesso sportello della stessa banca.


L’indagine è già stata avviata dai carabinieri e anche la direzione della filiale bancaria interessata, l’Unicredit di via Emilia Est, all’incrocio di via San Giovanni Bosco, si è già attivata per recuperare il materiale filmato dalle telecamere di videosorveglianza e collaborare alle indagini.

Paolo, figlio della prima vittima, racconta che sua madre è rimasta sotto choc per la violenza e per la velocità di questa aggressione e solo ora è riuscita a fare mente locale sui dettagli dell’accaduto.

Il bandito, che agisce con un complice alla guida di un’auto accostata al margine della strada, ha visto l’anziana maranellese mentre entrava nella stanza della banca con tre sportelli bancomat. Una stanza che dà sulla via Emilia ma che in questo caso ha facilitato il lavoro del bandito proprio perché è parzialmente isolata.

«Mia madre ha iniziato a fare l’operazione al bancomat – spiega Paolo – mentre stava digitando i numeri del pin è entrato alle sue spalle qualcuno. Credeva fosse un altro cliente diretto a uno dei due bancomat liberi. Invece, appena ha finito di digitare il pin ed era disponibile l’importo, l’uomo l’ha strattonata gettandola al lato, ha annullato l’operazione, ha afferrato il bancomat che usciva ed è scappato in strada. Mia madre ha fatto in tempo a notare solo che saliva su un’auto con un complice».

L’amara sorpresa è arrivata poco dopo: un prelievo da duemila euro da uno sportello in via Vignolese. Mentre il bandito prelevava il bottino, l’anziana avvisava la banca e chiedeva di bloccare subito la carta bancomat. Ma era troppo tardi: i soldi erano già stati incassati. Sabato pomeriggio la vittima ha sporto denuncia ai carabinieri di Maranello che hanno a loro volta avvisato il Comando di Modena. In questo modo si sono avviate le indagini.

La segnalazione della denuncia della vittima è arrivata subito alla filiale Unicredit che si è messa in moto per verificare l’accaduto. Le immagini della videosorveglianza, fornite ai carabinieri, daranno indicazioni sull’aggressione e forse permetteranno di identificare il bandito. La vittima è rimasta sotto choc, non solo per l’età, ma per l’aggressione subita. Ieri un altro anziano modenese, un uomo ultrasettantenne, si è presentato alla stessa banca lamentando di essere stato rapinato. Anche lui ha raccontato di essere stato spinto mentre faceva il bancomat, sempre nelle stessa stanza, e anche nel suo caso è quasi certo ( andrà verificato) che subito dopo il bandito ha prelevato i soldi. —

C.G.

© RIPRODUZIONE RISERVATA