Contenuto riservato agli abbonati

Formigine, apre la portiera dell’auto: bimbo precipita sull’asfalto

Il racconto di chi abita in via Deledda dove ieri mattina si è verificato l’incidente. «Un grande spavento. Il piccolo, dopo la caduta, piangeva ed era ferito»

FORMIGINE. Grande spavento ieri mattina a Formigine, dove un bambino di pochi anni è rimasto coinvolto in un incidente mentre, stando alle prime ricostruzioni, era in auto coi genitori, finché una delle portiere posteriori non si è aperta all'improvviso.

È successo intorno alle 11 del mattino in via Grazia Deledda all’altezza del civico 10. Secondo quanto riportato da alcuni residenti, la famiglia, che vive proprio in zona, si era da poco recata a fare la spesa in un market nelle vicinanze. I genitori sul sedile davanti; il piccolo, sembrerebbe, in quelli posteriori. Il bambino, che avrebbe circa due anni, stava forse giocando con la maniglia dello sportello, attratto probabilmente dal colore luccicante. Ed è stato mentre l’auto imboccava via Deledda che è avvenuto ciò che sicuramente i genitori non si aspettavano: dalle prime ricostruzioni sembra che lo sportello posteriore della vettura di fianco a cui era seduto il bimbo si sia aperto.

«Saranno state le 11 più o meno – spiega un giovane residente in un condominio della via – e i miei vicini stavano tornando dal Lidl, con loro c’era il figlio che avrà pochi anni. So che si era messo a giocherellare con la porta della macchina, quando questa si è aperta all’improvviso mentre loro facevano la curva per imboccare via Deledda e lui è scivolato fuori, è piccolo ed è bastato un attimo». Il piccolo sarebbe così caduto sull’asfalto, battendo rovinosamente il volto e la testa. La madre ha immediatamente iniziato a chiamare aiuto, allarmando i residenti della zona e i titolari dei negozi che si trovano proprio di fronte al luogo in cui è avvenuto l’incidente.

«Sono venute due persone fuori dal negozio – racconta un uomo che dalla finestra della sua abitazione ha assistito ai drammatici momenti - che hanno telefonato ai soccorsi». Dai racconti emerge come il bimbo, fino al trasporto in ospedale sia rimasto cosciente; pare che perdesse molto sangue specialmente da un lato della testa. Per questo motivo l’intero quartiere si è allarmato e anche i negozianti della zona, che sono numerosi, hanno tentato di confortare e fare coraggio ai genitori evidentemente impauriti per l’accaduto. Dopo la chiamata sul posto sono immediatamente intervenuti i soccorsi, automedica da Maranello e ambulanza che hanno prestato le prime medicazioni al bimbo per poi portarlo in pochi minuti all’ospedale accompagnato, data la tenera età, anche dalla mamma. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA