Contenuto riservato agli abbonati

Modena, la Pinseria assaltata con un tombino, sparito il fondo cassa

Il colpo messo a segno dopo la mezzanotte tra venerdì e ieri «Oltre al bottino, dovremo fare i conti con parecchi danni»

MODENA. Un assalto in piena notte per portare via il fondo cassa provocando, al tempo stesso, danni consistenti.

È quanto avvenuto alla Pinseria Tre Farine di via Emilia ovest 932. Era passata la mezzanotte da pochi minuti tra venerdì e ieri quando i ladri hanno preso di mira il locale, inaugurato pochi mesi fa. Un buco nella vetrata e un ragazzino si è infilato dentro, facendo man bassa di 300 euro: questo l’ammontare del fondo cassa custodito all’interno.


«Il mio titolare ha ricevuto la telefonata che gli ha segnalato il tentativo di intrusione a mezzanotte e 35 – spiega Chiara Benzi, dipendente – Quando siamo arrivati è stato subito chiaro quanto era accaduto: qualcuno ha tirato un tombino contro la vetrata d’ingresso del locale e poi è entrato. Dev’essere per forza stato un bambino, o un ragazzetto visto che il buco provocato dal tombino non consentirebbe l’ingresso a qualcuno di adulto».

Sul posto, quando è arrivato dopo aver ricevuto la notifica dell’allarme, il titolare ha trovato i carabinieri ai quali è stata sporta denuncia.

Fondamentali per le indagini saranno i filmati di videosorveglianza che hanno ripreso qualcuno con felpa e cappuccio entrare, dirigersi direttamente verso la cassa, prendere e strappare l’incasso.

«Il bottino ammonta a 300 euro, ma a questo dobbiamo aggiungere i danni – rimarca Chiara – Considerando, infatti, che gli infissi e la vetrata sono stati spaccati durante il raid, dobbiamo aggiungere sicuramente altri soldi per capire quanto costerà questo furto al locale, anche il dato preciso deve ancora essere quantificato».

«Il locale – conclude Benzi – è aperto da ottobre qui in via Emilia ovest. Si tratta del primo furto che subiamo e contiamo che si possa presto risalire agli autori dell’assalto, anche grazie al contributo prezioso delle immagini provenienti dalle telecamere che hanno filmato la scena, quando quel ragazzetto è entrato».

I militari intervenuti sul posto hanno raccolto indizi utili a ricostruire l’accaduto e avviato le indagini necessarie per individuare i colpevoli. —

Serena Arbizzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA