Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Caffé del Corso: presto un locale rinnovato con dedica a Enzo Ferrari

La sala intitolata al Drake, indicata da una grande targa con un cavallino nero su fondo giallo, contiene una ventina di posti a sedere: il posto ideale secondo Santi per chi vuole starsene tranquillo, magari sorseggiando liquori o champagne.

MODENA. Il Caffè del Corso di corso Canalgrande, di fronte al Tribunale, da qualche tempo è gestito dall’imprenditore bolognese Stefano Santi, che ha deciso di dedicare una delle sale del locale (che è anche pasticceria e ristorante) ad Enzo Ferrari. «A poca distanza da qui c’è il barbiere dove Ferrari andava spessissimo – dice Santi – e dunque perché non ricordarlo in questo modo e magari richiamare anche qualche turista?»

La sala intitolata al Drake, indicata da una grande targa con un cavallino nero su fondo giallo, contiene una ventina di posti a sedere: il posto ideale secondo Santi per chi vuole starsene tranquillo, magari sorseggiando liquori o champagne. E qui si è come immersi nella vita del Drake, visto che le pareti sono ricoperte da opere “monotematiche” dell’artista modenese Sandra Malagoli.

C’è un murales dove il genio di Maranello è sorridente, appoggiato ad una delle sue vetture, ovviamente rossa (una California spider?) davanti alla casa all’interno del circuito di Fiorano. Ma c’è anche una cronistoria per immagini della vita del commendatore, a partire dalla sua nascita (nella casa oggi sede del Museo a lui intitolato) fino al 2002, quando è uscita la supercar Enzo e dove il Drake spicca come in un trompe l’oeil in completo azzurro.

Non manca l’arrivo leggendario in parata alla 24 Ore di Daytona 1967, con tre Ferrari ai primi tre posti. Alcune delle frasi più celebri di Ferrari effigiano anch’esse le pareti del Caffè. «Il 24 giugno alle 11 abbiamo fissato l’inaugurazione della Sala – continua Santi – con il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, il sindaco di Maranello Luigi Zironi e il grande Mauro Forghieri. Ringraziamo Modenamoremio».

Sandra Malagoli, pittrice e ritrattista, ha studiato al Venturi e da molto tempo realizza opere legate al mondo dei motori: cartoline da collezione in occasione di eventi celebrativi, quadri, litografie, stampe, ritratti iperrealisti dei campioni della Formula Uno del passato. Una passione per le “rosse”. —