Contenuto riservato agli abbonati

Modena, immunità di gregge il 12 settembre

La proiezione può migliorare di quasi un mese portando a 6mila la media delle iniezioni giornaliere ora ferma a 4.300

MODENA. Quando Modena raggiungerà l’immunità di gregge? Indicativamente il 12 settembre. Dunque in leggero ritardo rispetto al diktat del generale Figliuolo che vorrebbe tagliare il traguardo del 70% di vaccinati con due dosi alla fine di agosto.

Si tratta di una semplice proiezione, suscettibile di variazioni anche ampie, poiché il calcolo si basa sulla media di somministrazioni eseguite negli ultimi sette giorni nel Modenese: 4341 al giorno. Non moltissime, soprattutto rispetto al potenziale che i centri vaccinali allestiti da Ausl potrebbero raggiungere. Già nelle settimane scorse Modena era stata in grado di eseguire oltre 6mila punture al giorno solo nei centri vaccinali e da inizio settimana a dare manforte alla campagna si sono uniti i medici di Medicina generale e anche Ferrari, con il primo hub aziendale privato da 500 dosi al giorno. Per questo è auspicabile che da qui a luglio il numero di iniezioni medie giornaliere possa crescere e stabilizzarsi attorno alle seimila. Se così fosse allora la proiezione per Modena sarebbe ben più rosea, attestandosi attorno al 16/17 di agosto. Sono tanti i fattori da tenere in considerazione, a partire dalla fornitura di vaccini Johnson&Johnson che essendo monodose dimezzerebbero il lavoro per l’Ausl, ma c’è da tenere anche presente che molte persone, per evitare problemi con le ferie, stanno rimandando la prenotazione a dopo Ferragosto.


QUANTO MANCA?

A Modena la popolazione vaccinabile, cioè quella con più di 12 anni, è di circa 630mila cittadini. Per ottenere l’immunità di gregge bisogna completare la doppia dose per il 70%, circa 441mila. Finora hanno completato il ciclo vaccinale 149mila persone. Ne restano 292mila (di cui 142mila hanno già avuto la seconda dose). Siamo grosso modo a metà dell’opera.

FASCIA 35-39

Da ieri sono iniziate le prenotazioni per la fascia 35-39 anni, cioè i nati tra il 1982 e il 1986. Già nella notte tra martedì e mercoledì il Fascicolo sanitario elettronico è andato in tilt a causa dell’enorme afflusso di cittadini che hanno tentato di prenotare. Nel Modenese fino a ieri sera avevano aderito 7.328 cittadini. Complessivamente in Emilia Romagna quasi 40mila. Da domani si aprirà l’agenda anche per la fascia 30-34 anni. Dal 14 giugno fascia 25-29 e infine il 16 fascia 20-24.

IL BOLLETTINO

Sono soltanto 10 i nuovi casi di Coronavirus nel Modenese registrati nelle ultime 24 ore. Tra questi va segnalato un ricovero in Terapia intensiva e uno in area Covid. Ancora un decesso, una donna di Montecreto nata nel 1940. I nuovi guariti sono 49. A livello regionale si registrano nelle ultime 24 ore 107 casi di Covid su un totale di 19.033. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 740 in più rispetto. I casi attivi, cioè i malati effettivi, scendono a 10.323 in regione (-635). Oltre alla donna di Montecreto c’è il decesso anche di una 98enne di Ravenna. Sempre in diminuzione anche i ricoveri negli ospedali: i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 69 (-1), 360 quelli negli altri reparti covid (-25). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA