Carpi, preso a bottigliate da una baby gang davanti al Supercinema

CARPI. Un uomo è stato colpito da una baby gang a bottigliate, senza motivo, davanti al Supercinema 70. Ed è stato portato al Policlinico perché, dopo l’aggressione, l’occhio gli bruciava, probabilmente a causa di una sostanza urticante contenuta all’interno del vetro.

È successo appena passate le 19, quando la luce era ancora nitida e il sole non era ancora tramontato, quindi.


L’episodio è avvenuto di fronte a testimoni che hanno assistito alla scena e chiamato i carabinieri che sono intervenuti sul posto, insieme all’ambulanza della Croce Rossa.

«All’improvviso sono arrivati tre ragazzini, con età fra i 12 e i 14 anni – spiega chi ha assistito alla scena – Quest’uomo, che conosco, è stato aggredito senza alcun motivo da questa baby gang che gli ha sferrato un violento colpo in faccia con la bottiglia. Fortunatamente, non ha riportato gravi ferite, ma è stato necessario ugualmente il trasporto al Policlinico perché gli bruciavano gli occhi. A Carpi il problema sicurezza è profondamente grave».

L’aggressione è avvenuta a pochi metri da un altro terribile agguato alla coppia di fidanzati appena usciti da un locale. —