Contenuto riservato agli abbonati

Carpi. Liquido in faccia a un ciclista Individuata la baby gang

I carabinieri hanno identificato i tre minorenni che saranno denunciati per lesioni Il sindaco:«I genitori li accompagnino a chiedere scusa all’uomo colpito»

Carpi. I carabinieri hanno individuato i tre minorenni che hanno lanciato liquido urticante, verosimilmente gel igienizzante, su un ciclista dopo le 19 di venerdì. I tre verranno denunciati alla Procura dei minori per il reato di lesioni personali, aggravate dal fatto che sono state commesse in gruppo. «Ringrazio i carabinieri per l’indagine precisa – commenta il sindaco Alberto Bellelli – A noi rimane un gesto, l’ennesimo, compiuto da minorenni, in questo caso giovanissimi. Si possono intensificare i controlli, montare altre videocamere. Lo stiamo facendo e continueremo a farlo. Ma se a quell'età (sono veramente giovanissimi) fai qualcosa del genere il problema è più profondo. Le famiglie devono essere presenti e rappresentare una parte della soluzione. Per esempio i genitori di questi ragazzi perché non prendono i loro figli e non li portano a scusarsi con la vittima? Non toglie niente a ciò che dovrà fare la giustizia, ma chiedere scusa presuppone che un po’ di umiliazione addosso te la devi sentire». Il sindaco, nel condannare l’accaduto, ha proposto che i tre scontino “lavori socialmente utili” in aggiunta a eventuali pene.

RISSA IN PIAZZA GARIBALDI Nel frattempo, una nuova rissa con coltello in piazza Garibaldi ha contributo a terrorizzare i residenti che abitano nelle vicinanze. Sul posto sono arrivate anche le forze dell’ordine che hanno evitato che succedesse il peggio. E le opposizioni insorgono sul problema sicurezza. La capogruppo di Fratelli d’Italia Annalisa Arletti attacca: «Siamo stanchi di commentare vandalismi, furti e violenze in centro. Abbiamo un problema sicurezza a Carpi e questo è un dato di fatto. Fratelli d’Italia sono mesi che chiede un presidio fisso in centro e, quindi, un aumento sistematico dei controlli, ma la Giunta fa orecchie da mercante – prosegue Arletti – Sulle dichiarazioni del sindaco che propone lavori socialmente utili non possiamo trovarci che concordi, ma le troviamo molto approssimative.

Serve prevenire questi fatti con maggiori controlli e pene esemplari per chi aggredisce. È il messaggio di legalità che manca e questo è inaccettabile». Anche Federica Boccaletti lancia un j’accuse alla giunta: «La presenza di una violenta baby gang che tiene in scacco il centro di Carpi è un problema gravissimo. Potrebbero capitare nuovi casi e a chiunque. Questi fanno quello che vogliono nel silenzio assordante di un’amministrazione a traino Pd che non si rende conto come ormai ci troviamo di fronte a una vera e propria emergenza sociale, come ormai il centro di Carpi sia diventato un Far West».

Cristian Rostovi, Forza Italia, puntualizza che «su questo tema è necessario un confronto non ideologico. Vanno individuate le aree a rischio e serve presidiarle in modo continuativo. Bisogna fare un’analisi dei compiti della municipale». —