Contenuto riservato agli abbonati

Montefiorino piange il mitico Eliseo

Si è spento a 60 anni, fu un fortissimo mediano del Farneta

Montefiorino. Lascia sempre un vuoto nella comunità una morte a 60 anni, di un marito e padre. Ma ancor di più se chi se ne va era legato agli anni più belli del paese, in particolare dello sport e del calcio, quando le partite potevano dirsi davvero un’esperienza di comunità.

Montefiorino ieri ha dato l’addio a Eliseo Costi, spentosi nella notte tra domenica e lunedì al Policlinico dopo due anni di lotta contro un male incurabile. Sono stati tanti gli amici e i conoscenti che hanno voluto esserci nella Pieve di Rubbiano, accanto alla moglie Claudia e il figlio Alex, il fratello Davide, le sorelle Lidia e Marina, e gli altri parenti straziati dal dolore. Un saluto pieno d’affetto per quest’uomo buono anche se dal carattere da scoprire giorno per giorno nelle cose vere, al di là della superficie. Questo ex campione di calcio, a cui sono legati i momenti più gloriosi del Torneo della Montagna, che tra gli anni ’80 e ’90 era capace di raccogliere passioni incredibili lungo tutto l’arco dell’Appennino.


«È stato un fortissimo mediano del Farneta di Walter Balestri – ricorda l’amico Andrea Piacentini – con cui vinse più tornei e in particolare quello memorabile del 1982, di un’emozione incredibile freschi ancora della vittoria dell’Italia ai Mondiali di Spagna. Ci teneva tantissimo al calcio, dal campo aveva ricavato anche quella capacità di lottare che si è portato sempre dietro, attaccato alla vita fino all’ultimo».

Gran lavoratore alla cartiera di Roteglia, aveva anche una bella passione per le due ruote «in particolare per la Guzzi lasciata da nostro nonno Leonardo – racconta Tiziana, sorella di Claudia – che curava sempre tanto nonostante ormai fosse parecchio vecchia». Per questo è stata scelta per la foto del ricordino. Un pensiero anche dal sindaco Maurizio Paladini, che in un post Facebook ha espresso il cordoglio dell’amministrazione. Ma i social sono stati invasi da messaggi pieni di sentimento in questi giorni: forse neanche lui immaginava di avere così tanti amici. —

D.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA