Trasporta 540 uccellini in condizioni atroci, arriva il Pettirosso per salvarli

L'uomo multato e denunciato. I volontari in azione a Verona per i pulcini

Domenica i volontari del Pettirosso hanno affiancato a Verona le forze dell’ordine nel tentativo di salvate 540 pulcini di tordo Bottaccio, tordo Sassello e Cesene erano stati trafugati illegalmente ed in forte sofferenza.

Molto probabilmente i pulli sono stati sottratti direttamente dal nido spesso fatti nei meleti del Trentino o di alcuni Paesi dell'est.

La polizia Stradale di Verona ha fermato una utilitaria che percorreva la A4 in direzione Milano alla guida dell'auto un 55enne originario di Perugia. Nell'auto vi erano stipate 22 cassette: alcune nei sedili posteriori e altre nel bagagliaio coperto con la cappelliera. I poliziotti vedendo il contenuto delle cassette hanno subito contattato la Polizia Provinciale di Verona e alcuni volontari Enpa.

Traffico illegale di uccellini, trasportatore denunciato

Ma l'elevato numeri di animali e le loro gravi condizioni richiedevano un aiuto urgentissimo, tanto che già diversi animali erano morti. Da qui la chiamata ai volontari del Pettirosso che da Modena partono in due più un veterinario. Gli uccellini, già di per sé delicati, sono stati trasportati in condizioni al limite della sopravvivenza, all’interno del veicolo c’erano 30 gradi e non c’era ricircolo d'aria.

Caricati sul mezzo del Pettirosso, i volontari sono ripartiti alla volta di Modena dove al Centro si erano già radunate molte persone per prestare i primi soccorsi agli animali.

L'autista è stato denunciato per vari reati con una sanzione di circa 10mila euro ma il reato più grave è la ricettazione, uccisione e maltrattamento di animali. I proventi della vendita dei pulli avrebbe fruttato varie decine di migliaia di euro, ma tanta sofferenza.

“Il Pettirosso - spiega il presidente Milani - riesce a fare queste operazioni grazie al sostegno di migliaia di persone che aiutano tale struttura operativa ed efficiente che non ha eguali a livello nazionale. Ma si può anche sostenere tramite il conferimento del 5 per mille indicando nella dichiarazione dei redditi il CF 94120020360. I volontari del Pettirosso non chiudono per ferie neppure questa estate pertanto per le emergenze contattare il 3393535192, 3398183676 o il 112 numero unico delle emergenze”