Contenuto riservato agli abbonati

Da Modena a Formigine: Nostalgia ’80-’90. Le auto “gioiello” di una generazione

Dal Novi Sad fino a Formigine passando per Marzaglia “Old but G-Old” riunisce il meglio dei modelli di auto che hanno segnato un’epoca

MODENA Old but G-Old: un titolo forse criptico per chi non è del settore ma che è già impresso nella mente degli appassionati delle auto d’epoca, soprattutto di quelle più recenti, le cosiddette Youngtimer. Che sono poi le vetture degli anni Ottanta e Novanta, che si guidavano senza elettronica e che magari incontriamo per strada restaurate con uno sguardo all’oggi, come la moda restomod impone. Canossa Events insieme a #FastCarsSlowFoodTT, nell’ambito del Motor Valley Fest, dal 2 al 4 luglio proporrà appunto Old but G-Old, prima edizione di una manifestazione che partirà dall’autodromo di Varano dè Melegari (Parma) per arrivare nella serata di venerdì 2 luglio nella nostra provincia e concludersi domenica 4 luglio a pranzo a Formigine.

Una sorta di rally per Youngtimer (a numero chiuso, 50 le vetture partecipanti), dove non mancheranno Toyota Celica e Lancia Delta Integrale, Bmw M3 e Corvette, fino alle Lamborghini Diablo e alle Ferrari F40: vetture dal blasone consolidato, italiane, tedesche, giapponesi, americane purché costruite indicativamente dal 1980 al 2000. Una formula, quella di Old but G-Old, che si traduce in un evento diffuso, capace di coinvolgere l’intera città e il territorio, ad esempio nei percorsi collinari che le vetture partecipanti affronteranno in due occasioni distinte. Le auto che prenderanno parte a questa manifestazione verranno poi esposte nel pomeriggio di sabato 3 luglio al Parco Novi Sad. Il giorno dopo le vetture si presenteranno in pista all’Autodromo di Marzaglia per scatenare i loro cavalli e poi si dedicheranno un giro sulle colline modenesi prima di fermarsi a pranzo a Formigine.


Old but G-Old è dunque, nelle intenzioni degli organizzatori, un’avventura fatta di prove in circuito, cronoscalate, parate, stridore di gomme ma anche serate conviviali in locali caratteristici della nostra provincia. Su macchine ‘giovani’ ma che stanno rapidamente incrementando il loro valore e sono destinate a diventare presto le auto di tendenza sul mercato delle vetture d’epoca. Affidabili come una quattroruote di oggi ma con un piacere di guida “analogico” (l’elettronica era su queste vetture ancora al minimo, Abs, Asp, Traction control, Esp in molti casi non erano nemmeno contemplati) insuperato. E tanti ragazzi che ne avevano i posteri in camera oggi hanno la possibilità di comprarle ed usarle. Per gli amanti delle Youngtimer negli ultimi tempi è nata pure una rivista. —

G.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA