Motor Valley Fest / Bolidi a Modena il gran debutto "Acceleriamo per ripartire"

Partita  la terza edizione del Motor Valley Fest. Dopo gli onori di casa a cura del generale Rodolfo Sganga, comandante dell'Accademia militare che ospita il convegno inaugurale del Fest, e dove ad esempio svetta questa mattina la nuovissima Ferrari 296 GTB, presentata il 24 giugno, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli fa ricorso spesso alla metafora "spingiamo sull'acceleratore", evidenziando: "Guardiamo al futuro e facciamo il punto sull'automotive dopo tutto quello che abbiamo vissuto negli ultimi 12 mesi.

MODENA Luccicano i bolidi sotto al sole di Modena, dove è partita questa mattina la terza edizione del Motor Valley Fest. Dopo gli onori di casa a cura del generale Rodolfo Sganga, comandante dell'Accademia militare che ospita il convegno inaugurale del Fest, e dove ad esempio svetta questa mattina la nuovissima Ferrari 296 GTB, presentata il 24 giugno, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli fa ricorso spesso alla metafora "spingiamo sull'acceleratore", evidenziando: "Guardiamo al futuro e facciamo il punto sull'automotive dopo tutto quello che abbiamo vissuto negli ultimi 12 mesi.

Questo momento oggi non era scontato, ora continuiamo ad accelerare a favore di turisti e addetti ai lavori, appassionati e cittadini. Modena conferma il suo ruolo storico di capitale dei motori, abbiamo tutti i grandi marchi con noi anche quest'anno.

E ricordo- puntualizza Muzzarelli aprendo il festival dei motori- che il sistema automotive nel territorio emiliano vale un patrimonio di 140.000 posti di lavoro. Quindi, senza strafare, guardiamo avanti procedendo un passo alla volta, come per arrivare in cima ad una montagna". Ma il Fest, che di fatto raccoglie dal 2019 l'eredità del vecchio Motor Show, non è solo una vetrina, "perché qui ci si mette in gioco anche con i giovani: saranno infatti protagonisti a questa edizione, in tutto, 40 Università e laboratori di ricerca, oltre a 60 startup e incubatori", precisa il primo cittadino.

Tra i grandi protagonisti c'è anzitutto e di nuovo il Cavallino Rampante di Maranello. Oltre alla 296 GTB che resterà sarà esposta nel cortile d'onore dell'Accademia per tutta la durata della manifestazione, nella cornice di Piazza Roma, invece, il pubblico può ammirare la Ferrari Portofino M, la SF90 Spider e la Ferrari Roma.

Parallelamente ai convegni, l'edizione 2021 del Fest di Modena, dopo quella digitale del 2020 che ha seguito il debutto nel 2019, si arricchisce di un nuovo circuito cittadino temporaneo certificato Aci Sport che si sviluppa attorno al parco Novi Sad: chiamato Arena Motor Valley, sabato ospiterà anche le vetture da corsa del Cavallino Rampante.

Nella stessa giornata del 3 luglio, otto 488 Challenge Evo, abituali protagoniste del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli, affronteranno infatti i 1.400 metri di pista sfidandosi in un "uno contro uno" a eliminazione a partire dalle 10.50, fino alla finalissima prevista per le 18.45. Tra l'altro, le monoposto Ferrari di Formula 1 con i colori della Scuderia Ferrari, tra cui la F60 e la SF70H, saranno protagoniste di due "show adrenalinici", annunciano gli organizzatori, che comprenderanno anche un pit stop alle 12.50 e alle 18.25.

Seguiranno esibizioni (previste per le 11.40 e le 17.10) della 488 GTE, che vinse la 24 Ore di Le Mans nel 2019, e della 488 GT3 Evo 2020, che può vantare oltre 360 successi nei principali campionati internazionali. Alla guida delle vetture i piloti ufficiali di Ferrari Competizioni GT Giancarlo Fisichella, Davide Rigon, Daniel Serra e Olivier Beretta, il pilota simulatore della Scuderia Ferrari Antonio Fuoco, Alessio Rovera e Maurizio Mediani. Non mancano infine le opportunità offerte a chi desidera visitare i Musei Ferrari: sabato e domenica sarà infatti applicata una tariffa speciale per la visita del Museo Enzo Ferrari (Mef) di Modena.

Sabato il museo rimarrà aperto fino alle 24, con ultimo ingresso alle 23.15. In occasione dell'apertura straordinaria, a partire dalle 19, si potrà visitare il museo con una tariffa dedicata per adulti e bambini. Nel corso della serata saranno organizzate anche visite guidate gratuite in italiano e inglese, fino ad esaurimento posti.