Contenuto riservato agli abbonati

Savignano. Scontro frontale lungo la “corta” di Guiglia Un 78enne vignolese è in gravi condizioni

L’uomo è in Rianimazione con prognosi riservata Coinvolti nello schianto anche mamma, papà e figlio di otto anni 

Savignano. Un altro grave incidente sulle strade della provincia, solo l’ultimo di una lunga serie che ha funestato prima la primavera e adesso l’inizio estate. Il bilancio parla di quattro feriti, di cui uno, il 78enne vignolese A.G., ricoverato in Rianimazione a Baggiovara con prognosi riservata per i un forte trauma toracico.

Ferite lievi, invece, per le altre tre persone, i componenti di una famiglia di Guiglia che sono stati trasportati al Policlinico per gli accertamenti del caso. Qualche graffio per il piccolo B.D. di 8 anni e per la mamma R.D. di 34 anni. Una ferita sulla fronte, invece, per il papà (E.D., di 37 anni) che era alla guida della vettura. Il violento schianto è andato in scena nel primo pomeriggio di ieri lungo via per Marano, ripida e tortuosa strada conosciuta come “corta”. Il tratto è proprio a ridosso del confine tra Savignano e Guiglia ed è caratterizzato da una curva.

Incidente tra Guiglia e Marano: quattro feriti

La Lancia Y guidata dal 78enne stava scendendo verso valle quando, per motivi ancora in corso di accertamento, sembra aver invaso l’altra corsia. Fuori controllo ha così colpito la Bmw sulla quale stava viaggiando una famiglia guigliese. Una distrazione fatale, forse la velocità sostenuta. Toccherà alla polizia locale fare il punto della situazioni. Stando al racconto di alcuni testimoni, la Lancia è leggermente uscita di strada sul lato destro andando con due ruote in una piazzola di ghiaia. A quel punto è rientrata in con forza in carreggiata ed è andata a sbattere contro l’altra automobile che stava salendo.

Lo scontro è stato decisamente violento e da subito sono sembrate serie le condizioni dell’uomo alla guida della Lancia rimasto accasciato all’interno dell’abitacolo. Chi stava transitando ha immediatamente chiesto aiuto e si è adoperato per regolare il traffico in attesa dei soccorsi.

Otre all’ambulanza del 118, alla polizia locale dell’Unione Terre di Castelli e ai vigili del fuoco è arrivato nei pressi di Guiglia pure l’elisoccorso che è atterrato in un campo della zona e che ha caricato l’uomo per portarlo verso l’ospedale di Baggiovara.

Via per Marano è rimasta chiusa per permettere di spostare le carcasse delle auto che occupavano l’intera carreggiata. Nel frattempo è iniziato anche il lavoro degli agenti che hanno ricostruito l’accaduto. Da capire ci sarà se il 78enne indossasse oppure no la cintura di sicurezza al momento dello schianto. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA