Contenuto riservato agli abbonati

Modena Motor Valley Fest. Maserati dedica il suv a Massimo Bottura

Aprirsi all’esperienza, essere vulnerabili alla bellezza e desiderosi di scoprire sé stessi lungo il viaggio della vita. Continua così la storia di due numeri uno delle nostre terre: Maserati e Bottura. «Un gioiello che porta le cicatrici della corsa»

MODENA Aprirsi all’esperienza, essere vulnerabili alla bellezza e desiderosi di scoprire sé stessi lungo il viaggio della vita. Continua così la storia di due numeri uno delle nostre terre: Maserati e Bottura.

Modena, Maserati dedica un suv a chef Massimo Bottura



La tradizione è un ingrediente che ci porta nel futuro. Questa idea accomuna il percorso di Maserati a quello di Massimo Bottura, nato e cresciuto a Modena, Brand Ambassador della Casa del Tridente e protagonista della cucina italiana, capace di prendere il meglio del passato e portarlo nel futuro. Levante Trofeo Fuoriserie Edition per Massimo Bottura, presentata ieri nel giorno di apertura del Motor Valòley Fest, è il risultato della collaborazione tra due eccellenze emiliane in grado di andare al di là dei confini regionali e dell’immaginazione. La vettura è la sintesi di questa collaborazione, un’esplosione di creatività, una rara dimostrazione di libertà di espressione e la concretizzazione di una vita vissuta in colori.



Levante, il primo Suv di Maserati, un’auto che non accetta confini, è la tela ideale su cui dare sfogo a creatività ed energia. Nella versione Trofeo, top di gamma con un motore V8 da 580 cavalli, unisce performance, fun to drive e velocità. Gli esterni in blu stradale di questa Fuoriserie Edition sono ricoperti da schizzi multicolore, gli stessi che caratterizzano gli inserti degli interni, il tunnel centrale e la plancia. Una Maserati che è una deflagrazione di creatività da ogni punto di vista.



Per Massimo Bottura l’esperienza automobilistica fuoristrada, l’habitat naturale di Levante, si traduce in un’opera di action painting. Da giovane, con i suoi amici e i suoi fratelli amava avventurarsi nella campagna modenese su auto d’epoca. Alla fine della giornata le carrozzerie erano ricoperte da schizzi di fango, “cicatrici della corsa” secondo le parole dello chef. Come nella vita, ogni persona è protagonista di un viaggio: veniamo trasformati dall’esperienza, plasmati dagli incontri ma anche dagli scontri contaminati dai colori vibranti della cultura. Alla fine, pur essendo sempre noi stessi, siamo diventati anche qualcosa d’altro. Per ricordarsi il valore di questa lezione Bottura, dopo le corse fuoristrada, non lavava l’auto per giorni.

Questa speciale Levante Trofeo fa parte del programma di customizzazione Maserati Fuoriserie, che nelle sue varie declinazioni permette ai clienti di cucirsi addosso una Maserati. L’automobile intesa come primo abito da mostrare per le vie del mondo, come autorappresentazione, come simbolo del concetto di lusso nel terzo millennio. Maserati Fuoriserie è un foglio bianco e il brand propone un’ampia gamma di strumenti di disegno e di colori, il resto lo fa l’ispirazione dei singoli clienti, che hanno dunque la possibilità di mutuare l’attitudine dei trend setter e di esprimere la propria creatività personale.

Per aiutare il cliente a orientarsi tra migliaia di combinazioni possibili sono state create tre collezioni base da cui partire: Corse, Unica e Futura. Si tratta di tre cluster che esprimono la potenza del brand e ne rappresentano i valori unendo sportività, eleganza e innovazione. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA