Contenuto riservato agli abbonati

Formigine. Alla Scuderia Belle Epoque tra Ferrari iridate e Generale Lee

Il gruppo di Corlo ha ideato un programma tra ricordi ed emozioni con particolare riferimento ai 20 anni dalla morte di Michele Alboreto 

FORMIGINE. Fino a domani Motor Valley Fest vuole anche dire Scuderia Belle Epoque. Il percorso è tutto dedicato alla storia, come vuole la tradizione della scuderia che nel nome non tradisce le radici. È per questo che, quando si è pensato di creare un programma originale per questi quattro giorni di motori, con Modena capitale e ospiti da tutto il mondo a Corlo di Formigine (via Righi 1/B) hanno deciso di fare le cose in grande e dalle 9.30 alle 18 ci si potrà tuffare in un mondo passato fatto di ricordi e gloria.

Momenti di storia è un percorso rievocativo, tra la pista e i box, con le testimonianze e i racconti dei meccanici storici. Un focus particolare è dedicato ai vent’anni dalla scomparsa di Michele Alboreto con “Exibit”, dove rivivranno appunto La Ferrari Formula 1 126 C3 e la Ferrari Formula 1 156 di Michele Alboreto.

La scuderia Belle Epoque Monica Zanetti e Gemma Provenzano, che per tanti anni hanno lavorato in Ferrari. Con loro anche due meccanici campioni del mondo che da sempre collaborano con la scuderia: Pietro Corradini e Modesto Menabue, il primo dell’epoca di Gilles Villeneuve e Jody Scheckter, il secondo ai box con Michael Schumacher.

Belle Epoque è un ormai un marchio di garanzia conosciuto dagli appassionati del settore e dai collezionisti: il loro supporto alle competizioni, dall’assistenza alla Mille Miglia al Concours d'Elégance Trofeo Salvarola Terme, alle auto storiche in genere,è consolidato. In scuderia restaurano anche le auto da competizione e le auto d’epoca e in questi giorni di Motor Valley Fest si trovano sia alla Manifattura Tabacchi, che è un po’ il cuore pulsante di tutta la manifestazione laddove si parla di mostre ed esposizioni, sia nella sede di Corlo. E per l’occasione non mancano gli ospiti speciali. All’ingresso della scuderia, infatti, in questi giorni, fa buona guardia il General Lee, meglio conosciuto come Generale Lee nell’edizione italiana di Hazzard, la serie televisiva che racconta le storie dei cugini Duke, memorabile per l’ingresso in auto dai finestrini da parte di Bo, Luke, Daisy (c’era anche il mitico zio Jesse). Il Generale Lee, una Dodge Charger modello 1969, è di Filippo Verni, carismatico deejay modenese che da anni possiede questo gioiello, arrivato direttamente dagli Stati Uniti. —

D.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA