Meccanico ferito al Novi Sad/ I tifosi in silenzio Sindaco al telefono con l’ospedale

MODENA Era presente in mattinata per fare gli onori di casa il sindaco Gian Carlo Muzzarelli. Qualche saluto di rito per poi abbandonare la zona del Novi Sad per altri impegni. Alcune ore dopo la notizia del grave incidente è arrivata anche al primo cittadino

. La voce di quanto accaduto, infatti, nel giro di poco tempo si è sparsa per le vie del centro cittadino dove si stava svolgendo il Motor Valley Fest. Colpiti e dispiaciuti gli appassionati, amanti dei motori e della “famiglia” Ferrari.

Colpito lo stesso Muzzarelli. Il sindaco, fanno sapere dal Comune, si è infatti messo in contatto con i sanitari di Baggiovara, impegnati a curare l’uomo dopo l’infortunio, e con l’azienda di Maranello. Un modo, questo, per fare sentire la propria vicinanza, e quella della città, al meccanico ferito durante l’evento che si stava svolgendo all’interno del parco Novi Sad.



Muzzarelli, ovviamente, si è anche tenuto costantemente aggiornato sulle condizioni del 45enne che era al lavoro nel “circuito cittadino” creato ad hoc per ospitare le più importanti case automobilistiche del panorama mondiale, Ferrari ovviamente compresa.

Da sottolineare, poi, la grande compostezza del pubblico presente, anche se non in numero così importante, durante le attività del mattino, quelle purtroppo terminate con la brutta notizia. Gli spettatori, una volta capito quanto stava accadendo sull’asfalto non troppo lontano dalla stazione dei treni, hanno lasciato le loro postazioni in silenzio e in maniera ordinata.

Quando si è verificato l’infortunio, tra l’altro, l’iniziativa si era ormai avviata verso la pausa pranzo. Di lì a poco, infatti, sarebbe terminata la sessione mattutina e con lei tutti gli eventi messi in programma. La Ferrari che ha travolto l’addetto in rosso era appunto impegnata nell’ultimo giro di pista prima di fare rientro nella zona dei box allestita nei pressi di viale Monte Kosica. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA