Contenuto riservato agli abbonati

Modena, bilancio del Motor Valley Fest /  Muzzarelli: «La città intera si è stretta al ferrarista ferito»

«Quanta energia, quanto entusiasmo in città in questi giorni». Sono le parole di Gian Carlo Muzzarelli, sindaco di Modena. Il primo cittadino, quindi, aggiunge: «Il Motor Valley Fest è stato l’evento che, simbolicamente, ha caratterizzato la ripartenza, insieme alle iniziative fieristiche, alla ripresa degli appuntamenti culturali e degli spettacoli dal vivo che, con le attività economiche e commerciali, ci accompagnano nell'uscita dalla fase di emergenza».

Prima di iniziare il suo “viaggio” nel Fest che si è appena concluso, Muzzarelli torna sull’incidente che ha coinvolto il meccanico della Ferrari. Proprio il sindaco, nel pomeriggio di sabato, si è tenuto in contatto con l’ospedale e la Ferrari: «Tutta la città è vicina al tecnico rimasto seriamente ferito al termine di una di queste esibizioni al Novi Sad».


Quindi un primo bilancio anche se il primo cittadino sposta già l’obiettivo sul prossimo anno e sul prossimo appuntamento con la manifestazione: «È ancora presto per i bilanci dei numeri, ma i visitatori sono stati migliaia e finalmente abbiamo tornato a salutare tanti turisti dall'Italia e dall'estero.

Modena ha ripreso a fare promozione e puntiamo a tornare al più presto ai livelli record che avevamo raggiunto nel 2019». E poi ancora in tema: «iamoci appuntamento al prossimo anno con il Motor Valley Fest: ci mettiamo subito al lavoro per valutare con Regione e Apt, con il Governo e tutti gli organizzatori date e formula. Ci vediamo a Modena per la quarta edizione».

Per restare sull’attualità Muzzarelli ha ringraziato tutti gli attori che hanno dato vita al Motor Valley 2021: «Per quattro giorni Modena è diventata un museo a cielo aperto per automobili e moto tra le più belle del mondo, autentiche opere d'arte in dialogo con le bellezze storiche e architettoniche della nostra città. I convegni e gli incontri con gli esperti ci hanno aperto prospettive sul futuro di un settore caratterizzato da innovazione e ricerca della sostenibilità, dall'elettrico all'idrogeno, fino alla guida autonoma e assistita. E hanno proposto a tanti giovani delle università e delle start up opportunità concrete per i loro sogni.

Decine e decine di appuntamenti – chiude Muzzarelli hanno coinvolto modenesi e visitatori. Appassionati e curiosi hanno potuto vivere momenti indimenticabili ammirando bolidi e auto storiche nel circuito del Novisad e all’Autodromo». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA