Contenuto riservato agli abbonati

Vento, un tetto scoperchiato in centro a Modena. Danni e alberi crollati in provincia

Vigili del fuoco in via Sant’Agata e su diverse piante pericolanti in provincia. Caduti i cavi del filobus in viale Monte Kosica

MODENA Serata di lavoro, quella dell'8 luglio,  per i vigili el fuoco di Modena e provincia impegnati in diversi interventi legati alle conseguenze del temporale e del forte vento sulla parte nord della provincia. Prevalentemente si tratta di alberi e pali sradicati. Danneggiate anche alcune coperture di edifici con gronde o tegole divelti. Una ventina gli interventi effettuati. In particolare sono state interessate le aree dei comuni di Finale Emilia, Carpi, Castelfranco, Nonantola, Novi e Modena
 San Felice  San Cesario.

Anche nel pomeriggio di intenso lavoro per le squadre dei vigili del fuoco a causa del vento forte e della pioggia caduta in tutta la provincia. Sono stati numerosi gli interventi effettuati a partire da quello di via Sant’Agata, in pieno centro storico a Modena. Dal tetto di un palazzo, proprio a causa delle folate, sono precipitati a terra alcuni pezzi della copertura: blocchi di medie dimensioni che si sono schiantati sull’asfalto, sfiorando anche un’auto in sosta. È intervenuta l’autoscala che ha permesso ai vigili del fuoco di salire in quota e verificare la tenuta del tetto, mettendo in sicurezza il resto del materiale ancora in precarie condizioni. Sarà necessario l’intervento di una ditta specializzata per ripristinare definitivamente la situazione. A terra, invece, è stata transennata la zona più a ridosso della palazzina per permettere di lavorare in sicurezza senza che qualche pedone si mettesse in pericolo. Le operazioni sono durante circa un’ora, poi la squadra è rientrata perché nel frattempo si sono inanellati altri interventi sparsi per la città.


A pagare un pesante conto al maltempo sono stati – come al solito – gli alberi in condizioni più precarie. Sono vari quelli caduti a terra o che hanno avuto i rami spezzati, tali da imporre l’intervento dei pompieri per tagliarli. In città, ad esempio, le operazioni più brigose sono state a San Damaso. In provincia, invece, è stata l’area del carpigiano a richiedere una particolare attenzione da parte delle squadre coordinate dalla centrale operativa del 115. Sia a Carpi che a Campogalliano alcune piante sono cadute ed è stato necessario tagliarle per ripristinare la viabilità.

Intorno all’ora di cena gli sforzi si sono infine concentrati su Finale, dopo un blitz a Massa in via per Mirandola. Le squadre dei pompieri di San Felice, l’autoscala di Carpi e i volontari finalesi si sono portati in via Cimitero dove un imponente albero si era adagiato sui cavi aerei della corrente elettrica. Tornando a Modena, semprein serata, nuova ondata di vento: caduti i cavi del filobus tra viale Monte Kosica e Berengario e un albero all’altezza dell’uscita della tangenziale alla Sacca. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA