Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Partenza per le ferie e rientri all’estero In centinaia in fila per un tampone

Lunghe code in via Giardini, Anna Benedetti (M Medical): «Lavoriamo senza sosta, arrivano da noi da tutta la regione»

Davide Berti

MODENA. Mentre continua la discussione sul Green Pass, nel mondo politico e non solo, tra favorevoli, contrari e quelli a metà strada, il Covid riprende forza in Italia, fa registrare un ritorno verso l’alto del numero dei casi ma la variante Delta non frena troppo la voglia di vacanze. Almeno a giudicare dalla fila di centinaia di persone che anche ieri ha affollato il marciapiede di via Giardini davanti a M Medical, il laboratorio privato che senza soste festive offre il servizio di tamponi.


«Siamo l’unico poliambulatorio di Modena e dintorni aperto anche di domenica - spiega Anna Benedetti, responsabile dei Poliambulatori M Medical - e quindi tantissimi si rivolgono a noi anche se non abitano a Modena, abbiamo avuto delle richieste anche da Parma e sono tutti qui in fila per il tampone rapido e molecolare».

Il serpentone si distende da una parte e dall’altra dell’ingresso, raggiunge addirittura il semaforo con il Donatello. Già alle 8 la situazione è quella sopra descritta, ma sarà così per tutta la mattina, con un incessante e costante ricorso al tampone. «Soprattutto - continua Benedetti - c’è chi deve viaggiare, ci sono cittadini stranieri che rientrano nei luoghi di origine per le loro feste tradizionali e ci sono persone che devono controllarsi perché magari hanno avuto contatti stretti: come dico, ci siamo dentro di nuovo, i numeri di accesso dicono questo».

Di solito la domenica si chiude verso le 11, ma ieri non è andata così: «Guardate quanta gente: andremo avanti sicuramente fino alle 14. C’è chi ha bisogno di un tampone rapido, chi di un molecolare, uno necessita di 15/20 minuti, l’altro lo rilasciamo entro la mattinata successiva: noi diamo un certificato scaricabile in digitale sia in italiano che in inglese».

Tornando ai numeri dell’Ausl, ieri c’è stato un nuovo incremento e si è passati dai 207 positivi di sabato ai 266 di ieri, passando da un indice di positività sui tamponi effettuati dallo 0,9 di sabato al 2 per cento di ieri.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 69 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 53 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 111 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 29,9 anni.

Sui 69 asintomatici, 39 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 11 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 7 grazie agli screening sierologici, 1 tramite i test pre-ricovero. Per 11 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA