Contenuto riservato agli abbonati

Bomporto, velox e rallentatori: finite le corse d’auto

Tra San Michele e Gorghetto lavori in corso del Comune, segnaletica a “denti di drago” e rilevatori di velocità

BOMPORTO. Un intervento da tempo desiderato sta prendendo forma nella strada tra Gorghetto e San Michele, frazioni tra Bomporto e Solara, una zona da lungo tempo considerata pericolosa a causa della folle velocità delle autovetture lungo la Panaria.

A fine luglio sarà infatti inaugurata alle porte di Gorghetto e San Michele l’innovativa segnaletica orizzontale denominata “denti di drago” ovvero strisce trasversali ad effetto ottico rifrangente, che darà al guidatore l’impressione di restringimento della corsia di marcia, inducendolo a rallentare. L’intervento è stato completato da un sistema di segnalazione e illuminazione a led degli attraversamenti pedonali e due dissuasori a radar, un importante intervento di sicurezza stradale realizzato dal comune di Bomporto con un investimento di 100 mila euro. «Questa azione è nata da due incontri svolti con i cittadini delle frazioni, i quali hanno partecipato attivamente al dialogo e alle proposte per arginare il problema della velocità- spiega il sindaco Angelo Giovannini - La difficoltà della velocità delle macchine mette a rischio la sicurezza dei cittadini che si trovano ad attraversare la strada per poter andare al bar, negozi o semplicemente tornare a casa, essendo un centro abitato».


Diversi infatti gli incidenti e i tamponamenti avvenuti negli ultimi anni a causa dell’elevata velocità delle macchine. Le idee per la diminuzione della velocità non sono mancate, e tra queste anche l’opzione di inserire dei dossi lungo la strada: «Essendo la via Panaria una strada provinciale ad alto scorrimento, non abbiamo la possibilità di introdurre un rilievo stradale. è un tratto lungo e diritto, come lo sono la Vignolese, Canaletto e la Nonantolana - motiva il sindaco, spiegando l’impossibilità di un dosso - Per questo motivo, l’Ufficio Tecnico ha elaborato altri sistemi di sicurezza seguendo le idee ed i suggerimenti dei cittadini. Una volta conclusi gli incontri, si è passati alla progettazione e all’effettiva realizzazione dell’opera. Ma prima dell’intervento vero e proprio sono state realizzate alcune opere intermedie, propedeutiche alla realizzazione della segnaletica orizzontale e segnalate dagli abitanti delle due frazioni: in primo luogo sono stati sistemati, in accordo con Aimag, i tombini stradali che risultavano traballanti, a seguire i tecnici della Provincia hanno proceduto all’asfaltatura dei tratti maggiormente deteriorati».

Una volta completate le migliorie e la sistemazione stradale, si è potuto procedere con l'installazione vera e propria. Ai già presenti rilevatori di velocità, attraversamento pedonale a chiamata e ai segnali di velocità di 50 km/h, sono stati integrati altri strumenti per disincentivare la velocità, tra cui l’innovativa segnaletica orizzontale e i portali verticali luminosi.

«Il colore giallo lampeggiante indica che si è in un centro abitato e che si deve rallentare per la sicurezza di tutti - conclude il sindaco - siamo orgogliosi che questo intervento sia ormai concluso e che sia stato un dialogo aperto con i cittadini». —