Contenuto riservato agli abbonati

San Cesario. L’esclusività della Pagani si abbina ora a Foolishtime il portale delle eccellenze

San Cesario. Il sito internet sceglie il brand delle super auto per promuovere esperienze esclusive in luoghi unici in Italia 

SAN CESARIO. La Pagani Automobili ha tenuto ieri a battesimo un portale Internet che vuole proporre esperienze esclusive in luoghi unici, senza le code e gli affollamenti tipici del turismo di massa, rilanciando il turismo attraverso le eccellenze italiane. Si chiama Foolishtime, ne è l’anima il parmigiano Andrea D’Aquila, e commercializza visite private ‘a porte chiuse’ o pacchetti-evento per chi ha buone capacità economiche ed elevata propensione alla spesa. Volete visitare gli Uffizi o la Galleria dell’Accademia di Firenze per vedere da soli o in compagnia (limitata) la Venere di Botticelli o il David di Michelangelo, per poi finire la serata assaggiando un menu creato per voi da uno chef stellato?

Foolishtime ve ne dà la possibilità (da 23.500 euro più Iva, per un massimo di 16 persone). Preferite invece una visita esclusiva al Museo Pagani, per un massimo di 10 persone e con un dirigente o un designer che vi spiega come nascono le hypercar di San Cesario? Favorite 2.600 euro, sempre + Iva. Questa nuova iniziativa digitale, presentata ieri con un brunch dello chef Enrico Bartolini (otto stelle Michelin conquistate finora), ha ovviamente una dimensione di business globale. «Offriamo esperienze che magari si fanno solo una volta nella vita, dall’alto contenuto qualitativo – spiega l’italo-argentino D’Aquila – nel mondo dell'arte, dell'archeologia, degli spettacoli live, della ristorazione stellata, dei grandi brand, della nautica, grazie ad accordi di partnership ad hoc».

Ma Foolishtime si propone anche di organizzare eventi legati al mondo del teatro o dello sport che non si limitino al singolo spettacolo o alla singola partita, magari che si possono ripetere più volte in un anno, ma sempre a numero limitato, per avvicinare un maggior numero di persone. Ed offre anche location di alto livello per serate esclusive, che uniscano ristorazione, cultura, spettacolo, e tutto ciò che di bello può offrire l’Italia. «Mi interessa rompere gli schemi – continua D’Aquila – non vendere ciò che c’è già. Pagani è l’unico nostro partner per ora in Emilia e nell’automotive, un’eccellenza assoluta».

Horacio Pagani la sua esperienza emozionale d’altronde l’ha già concretizzata a San Cesario e oggi produce una cinquantina di hypercar l’anno. 160 dipendenti in due sedi, la Pagani Automobili (114 milioni di fatturato nel 2020) è ormai da tempo un’icona della Motor Valley. Il suo Museo è stato visitato nel 2019 da oltre ventimila persone e le sue vetture costano fino a 3 milioni di euro. —