Contenuto riservato agli abbonati

Fiorano. Folgorato sul lavoro: 54enne di Carpi è gravissimo

Elettricista in arresto cardiaco. Dipendente di una ditta esterna era impegnato in una ceramica di Spezzano

Fiorano. Ennesimo infortunio sul lavoro nella nostra provincia. È accaduto nel pomeriggio di ieri in un’azienda di Spezzano di Fiorano. A riportare conseguenze decisamente serie un elettricista carpigiano di 54 anni, dipendente di una ditta esterna, che è rimasto folgorato e che ora è in gravissime condizioni. L’uomo stava svolgendo alcuni lavori di manutenzione a una cabina quando è stato colpito da una potente scarica elettrica che gli ha provocato un arresto cardiaco.

È dunque ricoverato all’ospedale modenese di Baggiovara, il lavoratore che era impegnato alle Ceramiche Caesar di Spezzano. Siamo lungo via del Canaletto al civico 49 quando nel primo pomeriggio di ieri, saranno state più o meno le due, l’uomo rimane folgorato. L’incidente sul lavoro si è verificato mentre l’esperto elettricista stava sistemando un impianto dell’elettricità.


Sono ancora tutte da chiarire le cause che hanno portato alla tremenda scarica elettrica. Sull’accaduto faranno maggiore chiarezza le indagini dei carabinieri che sono in corso dopo i primi rilievi andati in scena nell’azienda. I militari dell’Arma, come accade in questi casi, sono infatti intervenuti nella ceramica spezzanese insieme ai tecnici della Medicina del lavoro dell’Ausl di Modena.

Fatto sta, tornando all’infortunio, che la condizione del 54enne sono apparse da subito molto serie. L’uomo, infatti, è crollato al suolo in arresto cardiaco. Una situazione, questa, causata proprio dalla potente scarica che lo ha colpito all’improvviso.

Immediati, a quel punto, sono stati i soccorsi chiamati da chi era sul posto e ha assistito alla scena. In via del Canaletto sono così arrivati due mezzi del 118, un’ambulanza e un’automedica. Anche considerata le condizioni dell’elettricista, i sanitari hanno prestato le prime complicate cure sul posto. Operazioni, queste, necessarie per stabilizzare la condizione del carpigiano. Una volta ripristinate le funzioni vitali è scattata la corsa verso Baggiovara. Al pronto soccorso dell’ospedale, i medici hanno completato le operazioni necessarie. Attualmente, il lavoratore di 54 anni è sotto osservazione nel reparto di terapia intensiva con prognosi per il momento riservata.

Quello che si è verificato nel pomeriggio di ieri a Spezzano è l’ennesimo incedente sul lavoro in un mese di agosto davvero maledetto per la provincia modenese. Oltre alla tragica morte della mamma 40enne, schiacciata in un’azienda di Camposanto, proprio nel Distretto ceramico, non lontano da Spezzano, si era verificato un altro tragico evento sul lavoro: la morte del proprietario di un capannone caduto da oltre dieci metri di altezza.