Contenuto riservato agli abbonati

Savignano. Camion perde il carico, scarti animali in strada: puzza e traffico deviato

E' accaduto venerdì 13 agosto In via Claudia a Mulino l’asfalto invaso dalla “melma” Le operazioni di pulizia sono durate per diverse ore

SAVIGNANO. Una serata decisamente movimenta, sicuramente non profumata, quella che è andata in scena a Mulino, località di Savignano.

Succede, intorno alle otto e mezza di venerdì, che un tir perda il proprio carico o almeno una parte. Succede che lo perda proprio al centro di via Claudia, la strada statale che taglia in due il comune. L’incidente fortunatamente non coinvolge altri mezzi in quella che è una zona ricca di traffico, siamo all’altezza dell’incrocio caratterizzato anche dal passaggio a livello. Fatto sta che il camion lascia per la strada due grandi contenitori che rovesciano sull’asfalto quantità importanti di scarti animali, più precisamente di pesce, destinati alla produzione di fertilizzanti. Le due carreggiate sono invase da un liquido color marrone che certo non fa una bella impressione. L’odore che in un attimo avvolge l’area è ancora peggiore.


Nel frattempo le auto che arrivano inzuppano le ruote in quella melma e sono costrette a servirsi, tutte, del vicino lavaggio. La situazione, odoraccio a parte, è pericolosa in quanto il materiale sulla strada risulta essere piuttosto scivoloso. Sul posto sta transitando anche il sindaco, Enrico Tagliavini, che avverte la polizia locale e avvia la macchina dei soccorsi. O per meglio dire delle pulizie.

La Statale, considerata la mole di scarti presenti, deve essere chiusa. Il camionista tenta invano, con una pala, di risistemare quel “fango” all’interno dei cassoni. È tutto inutile, serve l’intervento di appositi mezzi. A supporto della polizia locale arrivano anche i carabinieri, l’obiettivo è quello di deviare il traffico: all’interno della località Mulino per chi viaggia dal Modenese al Bolognese e viceversa, lungo via Vecchiati per chi arriva da Magazzino. Il lavoro di agenti e militari non è certo dei più semplici considerata la puzza. Lo stesso vale per il sindaco e per l’operaio comunale presente in supporto. Chi vive lungo la strada, nonostante il caldo, pensa bene di chiudere le finestre per evitare di infestare di odore la casa. Il prodotto perso dal camion, va sottolineato, non è assolutamente nocivo e questo fa tirare un sospiro di sollievo ai presenti.

Allo stesso tempo, però, c’è una strada che si è fatta parecchio scivolosa e che deve essere riaperta. Viene così avvisata Anas che da qualche tempo ha in gestione la Statale: in azione un camioncino degli spurghi che cosparge l’asfalto di speciali prodotti utili ad asciugare quel fango così viscido e appiccicoso. Le operazioni durano qualche ora: alle due del mattino con la strada in sicurezza (e con la puzza quasi svanita), il tratto di via Claudia torna a disposizione delle automobili.

E.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA