Cavezzo. Ladro per "scommessa", scoperto. Riesce ad evitare la denuncia

Ruba sedie e tavolino a un bar per scommessa, rintracciato grazie alle telecamere Restituita la merce, il responsabile ha evitato la denuncia

CAVEZZO. Aveva scommesso con gli amici che avrebbe scattato una foto tale e quale a quella di una celebre pubblicità televisiva del passato, ma per farlo ha pensato bene di rubare il necessario per allestire l’improvvisato set, un tavolino e due sedie.

Nei giorni scorsi la Polizia Locale di Cavezzo ha raccolto la segnalazione del gestore di un bar pasticceria in piazza Martiri della Libertà, che al momento della riapertura ha notato come mancassero due sedie e un tavolino, tra quelli normalmente lasciati all’esterno anche di notte.

Gli agenti, riguardando le registrazioni delle telecamere presenti a pochi metri di distanza, hanno constatato che autore dello strano furto era un uomo alla guida di un furgone, di cui si è potuta individuare la targa. Il mezzo è risultato appartenere a una ditta di Carpi, poi risultata completamente estranea all’accaduto.

L’inserimento della targa del furgone nella cosiddetta “black list” ha consentito di allertare in tempo reale gli agenti tutte le volte che lo stesso mezzo transitava da uno dei varchi del sistema di videosorveglianza gestito dalla Polizia Locale di Cavezzo, impiegato numerose volte per indagini anche delle altre forze dell’ordine, e che comprende oltre cento telecamere su tutto il territorio comunale, e un sistema appunto di “varchi”, di cui cinque collegati con il sistema della “black list”.

Fermato con un pretesto per un primo controllo, il furgone è risultato essere guidato quasi sempre dallo stesso uomo, che dopo pochi giorni è stato convocato al Comando di Polizia Locale, dove ha ammesso subito di essere l’autore del furto, il futile motivo per cui lo aveva commesso e di essere disposto a restituire tavolino e sedie, cosa che gli ha evitato, unitamente all’esiguo valore della merce sottratta, una denuncia per furto.