Contenuto riservato agli abbonati

Si tuffa e colpisce le rocce: è grave 23enne di Bastiglia

È accaduto nell’Appennino reggiano. Trauma toracico e ricovero in ospedale

Bastiglia.  Un gioco durante una giornata di relax si è trasformato velocemente in un drammatico incidente. Protagonista un ragazzo 23enne, residente a Bastiglia, che ora è ricoverato in ospedale in gravi condizioni

Siamo a Villa Minozzo, nell’Appennino reggiano. Il 23enne è in compagnia di amici alle cascate del Golfarone, meta sempre più frequentata durante questa torrida estate. Per gioco, appunto, sale sulle rocce e decide di tuffarsi in acqua. Forse non si accorge dei massi che si trovano sotto o probabilmente crede di riuscire a evitarli. Il tuffo è così rovinoso: il ragazzo sbatte contro i sassi procurandosi un serio trauma toracico.


La situazione appare ai presenti subito grave, scatta così la macchina dei soccorsi. Nella zona delle cascate viene inviata una squadra del Soccorso Alpino, che può contare su di un’infermiera, oltre alla Pubblica Assistenza di Villa Minozzo. Dopo i primi accertamenti del caso, tecnici e sanitari decido di far alzare da Pavullo l’elisoccorso del 118. Il mezzo arriva in fretta nella zone delle cascate dove, insieme al personale di terra, inizia le manovre per il recupero del ragazzo. Vista l’impervia area si decide di utilizzare il verricello che aggancia la barella e la porta a bordo. Di lì il trasporto verso l’ospedale Maggiore di Parma dove il 23enne di Bastiglia si trova attualmente ricoverato. Le sue condizioni, considerato il forte colpo subito, sono parecchio serie.

Non è il primo incidente, questo, che coinvolge dei turisti modenesi in gita alle cascate del Golfarone. Alcune settimane fa una bambina era caduta nel torrente Secchiello che si trova proprio vicino alle suggestive cascate. Trascinata dalla corrente la giovanissima di 9 anni va a sbattere anche lei sui massi. C’è voluto tutto il coraggio del papà, un 32enne di Cavezzo, per salvarla.

E.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA