Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Week end nero per i furti di biciclette I vigili: «Denunciate»

Tra sabato e domenica tanti episodi e il solito schema: il colpo avviene non appena il mezzo viene parcheggiato

Furti di biciclette, espressione che a Modena suona come un vecchio adagio che sembra non volersi smentire mai.

È stato un week end particolarmente intenso a tema due ruote: solo domenica tre furti che sono stati segnalati alla nostra redazione, due anche nella giornata di sabato. Tutti con il medesimo schema: il furto avviene nei minuti immediatamente successivi al parcheggio, ovviamente con tanto di catena di grosse dimensioni. Ed è accaduto un po’ ovunque per le vie del centro: via Scudari, Canalchiaro, piazza Roma, ovunque ci siano portabici.


La certezza arriva dalle persone che negli ultimi due giorni ci hanno scritto e chiamato proprio per denunciare quanto accaduto: sono bastati, per tutti questi casi, pochi minuti dentro ad un negozio e all’uscita la bicicletta non c’era più. Non importa il modello o le prestazioni del mezzo: in un caso due bici nuove fiammanti da ragazzi, nell’altro un paio di bici ormai datate, del valore di poche decine di euro. Quello che lascia l’amaro in bocca è la facilità con la quale questi episodi accadono.

Il secondo problema però, strettamente legato alla difficoltà di arginare questo fenomeno, è spiegato dalla ritrosia, che suona più come rassegnazione, nel denunciare questi casi. Infatti, stando ai dati ufficiali, un boom estivo di furti di biciclette in centro non risulta. Le denunce, per quello che vale, sono 48 da inizio anno e in agosto sono state 3. La Polizia locale continua ad avere un’attenzione particolare al tema. E le denunce agevolano. Il 17 agosto, per esempio, è stata recuperata una bici nuova rubata pochi giorni prima al parco Ferrari tranciando la catena. È già stata restituita al proprietario. Gli operatori di Polizia locale in servizio nella zona dell’R-Nord hanno visto un cittadino di origine nigeriana con la bici, si sono insospettiti e hanno verificato la corrispondenza, è partita anche la denuncia per ricettazione. Non è la prima, già un’altra è di qualche mese fa, in quel caso la bicicletta, di valore e dotata di Gps, era di un’azienda del nord Italia che le noleggia e la Polizia locale ha potuto verificare direttamente con l’azienda la regolarità del possesso. La bici è poi stata restituita al noleggiatore. Quindi l’invito è a denunciare sempre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA