La Cpl Concordia: «Siamo contenti di poter essere utili»

Il Concordia Hotel, struttura alberghiera di proprietà del gruppo Cpl Concordia, è stato scelto per accogliere dei rifugiati afghani in fuga dal paese asiatico dopo le tragiche vicende degli ultimi giorni.

«Mettersi a servizio delle istituzioni è il modo scelto da Cpl per collaborare alla risoluzione di un problema reale ed aiutare ad alleviare sofferenze del popolo afghano», sottolinea il Presidente di Cpl Concordia Paolo Barbieri. «Abbiamo accettato di mettere a disposizione la nostra struttura per le necessità attuali, come già avvenuto per l’emergenza sanitaria dello scorso anno, quando il nostro Hotel ha ospitato quasi 200 pazienti Covid positivi. Siamo contenti - prosegue Barbieri - di poter essere ancora una volta utili alle istituzioni che cercano di aiutare chi soffre e chi ha bisogno di aiuto».


Anche l’amministrazione di San Possidonio impegnata in prima linea, ieri ha voluto lasciare il suo saluto: «Auguriamo a tutti i bambini presenti di poter trascorrere un periodo di tranquillità lontano dagli orrori da cui provengono. Confidiamo negli adulti che riescano a trasmettere loro il coraggio per affrontare questa situazione. L'amministrazione comunale ringrazia tutte le associazioni e le persone che si sono rese disponibili per portare beni di prima necessità. Per il momento non è necessario ma aggiorneremo costantemente sull'evoluzione dei bisogni che emergeranno nel corso dei prossimi giorni».