Contenuto riservato agli abbonati

Formigine  La notte del Picchio Rosso riempie di ricordi la piazza gremita

I dj della storica discoteca di Formigine hanno fatto ballare più di un migliaio di persone Successo per i protagonisti del locale come Simona Gee, Zanarini e Herbie

Formigine. Folla della grandi occasioni in piazza Calcagnini per l’edizione 2021 del “Remember Picchio Rosso”, progetto ideato da Luca Zanarini con il beneplacito del fondatore della indimenticabile discoteca, il cavaliere Mario Boni.

Formigine, che serata il remember Picchio Rosso in piazza



Un locale mai dimenticato come confermato dalla presenza in piazza di qualche migliaio di persone che si sono lasciate andare a qualche ballo, distanziato, ma irrefrenabile, mentre arrivavano dal palco i brani proposti da alcuni dj, ex del locale di via Giardini. «È una serata speciale – ha detto l’assessore al commercio e turismo Corrado Bizzini alla fine della serata, soddisfatto anche perché destinatario di un “Picchio Rosso” (la statuetta che Boni ha consegnato anche ai sanitari ed agli autori del libro) – perché la gente ha tanta voglia di uscire, incontrarsi e divertirsi dopo troppo tempo distanti gli uni dagli altri. Formigine è la città del “Picchio Rosso” e questa sera, ancora una volta, si è ritrovata con due messaggi speciali: il primo con un ringraziamento al personale sanitario che ha ricevuto anche un pubblico riconoscimento; il secondo, la presentazione di un libro proprio sul “Picchio Rosso”, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza».

Proprio il libro sul locale formiginese che, come abbiamo scritto domenica nella presentazione, contiene la storia raccontata dai protagonisti (dj, ospiti, clienti e del patron Mario Boni), scritto a quattro mani dai colleghi Alfonso Scibona ed Eleonora Alboresi, è stato presentato sul palco e venduto a favore dell’associazione “Amici per sempre di Andrea Gilioli”, per ricordare un ex collaboratore della Gazzetta morto nel gennaio del 2018 e per finanziare la ricerca sulle morti giovanili improvvise. Il libro, in vendita ad un apposito punto sulla piazza, tornerà in centro anche nell'ultima domenica del “Settembre Formiginese”, spostandosi poi a Sassuolo.

Tornando alla serata, con Fabrizio Zanni ed Antoine ad intervallarsi come conduttori, la gente intervenuta ha potuto godere della musica sia con alcuni filmati, spiegati dai conduttori, sia con la presa diretta dei disc jockey intervenuti, con qualche brano accompagnato anche da un balletto al femminile. Tra gli ex sul palco applauditissimo Stefano Facchini, che ha messo sul piatto brani popolari d’altri tempi; molto apprezzato anche l’intervento di Marco Baroni, che ha cantato il disco “Picchio Rosso”, finanziato da Mario Boni per celebrare la “sua” creatura, oggi diventata un direzionale artigianale e commerciale. Grande euforia anche quando sono saliti sul palco Simona Giacobazzi (Simona Gee), l’organizzatore Zanarini e Dj Herbie.

Presente in piazza anche il sindaco Maria Costi che si è prodigata, nei limiti del possibile, a chiedere distanziamento e uso delle mascherine. Un compito non facile per il primo cittadino formiginese vista la grande esaltazione di alcuni gruppi che continuavano a ballare senza freni. Doveroso segnalare, però, che alcune persone sollecitate a farlo, hanno dato retta all’invito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA