Contenuto riservato agli abbonati

Maranello. La Ferrari arrivata a Capo Nord Record battuto di quattro ore

Edda Ansaloni

MARANELLO. E alla fine la Rossa ce l’ha fatta. La grande impresa di Fabio Barone si è conclusa in modo trionfale: il pilota, a bordo di una Ferrari F8 Tributo, ha conquistato il suo quarto Ferrari Guinness World Record, percorrendo i 4.400 chilometri, che separano Roma da Capo Nord in 45 ore, 20 minuti e 38 secondi.


Ad accompagnarlo in questa grande avventura è stato Alex Tedino, il suo coopilota. Sono arrivati a Capo Nord, letteralmente stremati, ma felici di essere riusciti in questa grande impresa.

Il primo rifornimento lo hanno effettuato sabato sera presso l’area di Servizio Eni di Campogalliano, dove sono stati accolti da rombanti vetture del Cavallino e sono passati tra due ali di bandiere. Prima di partire hanno ricevuto un trofeo, primo segnale dell’entusiasmo e della fiducia dei tifosi ferraristi, e due bandiere: una della Ferrari e una dell’Italia, da portare a Capo Nord, firmate da tutti i presenti.

Ad effettuare il pieno di benzina, un meccanico di F.1 Modesto Menabue e al “lecca-lecca” Felice Di Vito.

Fabio Barone è stato monitorato durante tutto il tragitto dai tifosi dell’ex Ferrari Club di Maranello, presieduto da Alberto Beccari, e l’arrivo è stato seguito dal garage di Umberto Camellini, in collegamento con il pilota. Fabio Barone, al suo arrivo a Capo Nord ha ringraziato, con una videochiamata, i tifosi modenesi, per l’accoglienza che gli hanno riservato e per il supporto ricevuto per tutto il lunghissimo percorso.

Un viaggio durissimo, quello affrontato da Fabio ed Alex, durante il quale lo sforzo fisico e mentale è stato massimo. Grande competenza anche nella guida e nel risparmio della vettura, che è stata sottoposta a grandi sollecitazioni: basti pensare che è passata dai 30 gradi di Roma ai due di Capo Nord.

A questo punto c’è da chiedersi quale sarà la prossima avventura in cui si cimenterà Barone: una cosa è certa qualsiasi prova affronterà, la farà, sicuramente, al volante di una Ferrari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA