Lavori negli istituti comunali Un incarico da 700mila euro

Tanti interventi nelle scuole per preparare il rientro in aula E in 12 istituti si rifaranno anche i controsoffitti in accordo con i presidi

Ammontano a un valore di 700mila euro gli interventi di manutenzione realizzati in questi mesi o in corso di realizzazione da parte dell'Amministrazione negli edifici scolastici comunali.

Alle attività di manutenzione si affiancano anche i lavori di consolidamento sismico, che sono in corso alle San Carlo e alle De Amicis, mentre alle scuole Carducci stanno procedendo i lavori di rifacimento della palestra.


Alla scuola Marconi, in largo Pucci, sono partiti i lavori di ripristino e consolidamento delle lastre di rivestimento delle facciate. L’intervento (per un valore di poco più di 100 mila euro) è effettuato dall’azienda Beta più srl di Modena e sarà concluso prima dell’avvio dell’anno scolastico.

Alla scuola Ciro Menotti sono state rifatte invece le rampe perimetrali di accesso alla scuola in cemento armato.

Alle scuole Collodi e Bersani sono stati effettuati lavori di adeguamento alle normative per la certificazione prevenzione incendi, inoltre alla Bersani sono stati rifatti i bagni.

In dodici scuole modenesi sono inoltre previsti interventi ai solai con la posa di controsoffittature. Le attività sono partite in questi giorni e proseguiranno nelle prossime settimane previo accordo con i dirigenti scolastici. Sono partiti alle scuole primarie Saliceto Panaro e Sant’Agnese i lavori. Gli interventi proseguiranno fino all’avvio dell’anno scolastico e, a seguire, con modalità che verranno concordate con i dirigenti scolastici in modo da non creare disagio alle lezioni.

Oltre alla Saliceto Panaro e alla Sant’Agnese, le scuole interessate dall’intervento saranno le primarie Buon Pastore, Leopardi, Rodari, Bersani, San Geminiano, Don Milani, Pisano, Lanfranco, la secondaria di primo grado Calvino e la secondaria di secondo grado Sigonio in via del Lancillotto. I lavori di manutenzione straordinaria, del valore di 250 mila euro, sono volti a garantire la sicurezza degli edifici scolastici e riguardano la realizzazione di controsolai strutturali antisfondellamento a secco.