Contenuto riservato agli abbonati

Carpi, addio al professor Villani «Sapeva fare la differenza»

L’Itis Da Vinci piange la scomparsa del docente di Sistemi automatici  «Era innamorato della scuola, allegro e appassionato sul lavoro» 

CARPI. L’Itis Da Vinci è in lutto per la scomparsa del professor Renato Villani.

L’insegnante aveva 60 anni ed è mancato sabato a causa di una malattia. Villani era amatissimo a scuola dove il preside, i docenti e gli studenti lo ricordano come appassionatissimo del suo lavoro. Insegnava a una classe quarta e a due quinte Sistemi automatici nel corso di Elettronica.


«L’ho ritrovato tre anni fa, quando sono arrivato al “Da Vinci” – rivela il preside Marcello Miselli – In realtà, ci conoscevamo da molto prima. Entrambi, infatti, abbiamo frequentato il liceo Muratori di Modena. Ricordo, di lui, la sua grande passione politica. Nonostante le idee fossero differenti dalle mie,ho sempre nutrito per lui stima e grande simpatia. Quando ci siamo incontrati, tre anni fa, gliel’ho detto ed è nata subito grande empatia. Era una persona amabilissima, con una passione per la scuola formidabile. Aveva anche un’attività professionale, al di là della scuola. Era ingegnere elettrotecnico e ha dato il suo contributo perché potessimo apportare migliorie. Inoltre, accompagnava i ragazzi in fiera, a Monaco, Berlino... Lascia un grande vuoto e sono profondamente addolorato per quanto accaduto».

Altrettanto addolorata e commossa è la vicepreside Simona Fregni. «È sempre stata una persona allegra, che dava la carica – aggiunge l’insegnante – E protagonista sempre in senso positivo: quando arrivava, si notava. La sua presenza era molto rilevante, insomma, sia per gli studenti, sia per i docenti. Faceva la differenza».

Il funerale si terrà in forma civile a Terracielo in via Emilia est a Modena, domani pomeriggio alle 16.30. La camera ardente sarà aperta oggi alle 14.30

Il professor Villani lascia la moglie Monica, la figlia Matilde, la mamma Ivonne, il fratello Ruggero, insieme ai parenti tutti.

S.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA