Modena, l'ira dei commercianti in una lettera alle autorità: "Basta, via i cortei No Vax dal centro"

Confcommercio, Cna, Confesercenti, Cna e Licom scrivono a prefetto e questore evidenziando che "è del tutto evidente come queste manifestazioni disincentivino la frequentazione delle aree coinvolte e, più in generale dell'intero centro storico".

MODENA. Basta cortei di no Green Pass e no vax in centro, esclamano a Modena i commercianti chiedendo di spostarli. Confcommercio, Cna, Confesercenti, Cna e Licom scrivono a prefetto e questore evidenziando che "è del tutto evidente come queste manifestazioni disincentivino la frequentazione delle aree coinvolte e, più in generale dell'intero centro storico".

Si legge nella lettera inviata alle autorità: "Quella di sabato scorso è stata l'ottava manifestazione di questo tipo. È del tutto evidente come questi assembramenti disincentivino la frequentazione delle aree coinvolte e, più in generale dell'intero centro. Non è certo in discussione il diritto a manifestare, previsto dalla Costituzione, ma la Carta riconosce anche a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto".

Continuano quindi le associazioni di categoria: "Ci pare che queste manifestazioni ledano questo diritto al lavoro degli esercenti. Stiamo peraltro parlando di attività duramente colpite dalle limitazioni dei provvedimenti anti-Covid, alla luce delle quali queste manifestazioni rappresentano la beffa, oltre al danno". Secondo Confcommercio, Cna, Confesercenti e Licom, quindi, "la soluzione per garantire i diritti di tutti è appunto quella di consentire queste manifestazioni in aree magari limitrofe al centro storico come il Novi Sad".