I profughi afghani finiscono la quarantena e lasciano il “Concordia”

SAN POSSIDONIO. Ieri le ultime 17 persone che stavano ancora trascorrendo il periodo di quarantena all’interno dell’hotel Concordia di San Possidonio hanno lasciato il luogo che li accolti in questi giorni. Sono in buone condizioni di salute e hanno ricevuto la vaccinazione contro il Covid. «Ringraziamo tutte le persone e le associazioni che hanno offerto il proprio aiuto e si sono interessate allo stato di salute degli ospiti – fa sapere l’amministrazione comunale – insieme all’Ausl di Modena, la Protezione Civile e la Regione Emilia Romagna per tutto il lavoro svolto. Non ultimo ringraziamo la società proprietaria dell’hotel Concordia per la disponibilità e l’ospitalità offerte».

Il Concordia Hotel, struttura alberghiera di proprietà del gruppo Cpl Concordia, era stata scelta, infatti, per accogliere rifugiati afghani in fuga dopo le tragiche vicende delle ultime settimane.


«Mettersi a servizio delle istituzioni è il modo scelto da Cpl per collaborare alla risoluzione di un problema reale ed aiutare ad alleviare sofferenze del popolo afghano», sottolineò il presidente di Cpl Concordia Paolo Barbieri poco prima dell’arrivo degli afghani. «Abbiamo accettato di mettere a disposizione la nostra struttura per le necessità attuali, come già avvenuto per l’emergenza sanitaria dello scorso anno, quando il nostro Hotel ha ospitato quasi 200 pazienti Covid positivi», conclude Barbieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA