Contenuto riservato agli abbonati

Carpi. Principio d’incendio in mansarda, una coppia portata all’ospedale

Principio d’incendio nella mansarda di un appartamento di una palazzina in via Don Dante Sala.

Una coppia residente al terzo piano è stata portata al pronto soccorso in via precauzionale per controlli, vista la grande quantità di fumo sprigionata dal rogo.


Marito e moglie hanno respirato, infatti, il fumo scaturito dal principio d’incendio. Le fiamme sono state limitate e rapidamente estinte da vigili del fuoco intervenuti sul posto in più squadre.

In via Don Dante Sala è arrivata anche l’autoscala proveniente da Modena. Quella in dotazione a Carpi, infatti, come anticipato, si trova a Rimini. È stata trasferita non appena rientrata in città dopo essere stata riparata.

I residenti nella palazzina erano stati evacuati in una prima fase. Coloro che erano stati allontanati, sono già rientrati nei loro appartamenti.

Rimane inagibile, per il momento, l’appartamento al terzo piano a causa dei danni da fumo e a parte dell’impianto elettrico.

Sulla questione dell’autoscala sono intervenute anche le forze politiche. Il sindaco Alberto Bellelli aveva scritto al comandante provinciale affinché Carpi venisse nuovamente dotata di un’ autoscala. Come denunciato dal sindacato Conapo, infatti, subito dopo il rogo al Biscione, il mezzo è stato prestitato al Comando di Piacenza dove il mezzo era in riparazione. Ed è stato soltanto uno degli spostamenti di cui il mezzo è stato oggetto.

Il sindaco chiedeva chiarimenti «circa la consistenza di personale e di mezzi operanti nel distaccamento di Carpi che, a quanto riferito, nel dicembre 2019 è stato avanzato di livello, portandolo alla categoria Sd4».

© RIPRODUZIONE RISERVATA