Castelnuovo, morto l'uomo trovato  gravemente ferito vicino a La Fazenda. E' omicidio 

CASTELNUOVO.  Ha lottato tra la vita e la morte alcune settimane, nel letto dell'ospedale di Baggiovara dove era stato ricoverato a fine agosto dopo essere stato trovato in gravi condizioni, e con la testa fracassata sulla Nuova Estense nei pressi dell'ex ristorante La Fazenda.

Ieri il cuore del 34enne rumeno ha smesso di battere ed è morto, senza mai riprendere conoscenza.

Per i carabinieri che stanno indagando sull'aggressione di cui era rimasto vittima, ora si tratta di una indagine per omicidio.

In un primo momento si era ipotizzato l'investimento da parte di un pirata della strada. Al  34enne era stata riscontrata la frattura della calotta cranica ma nessun altro tipo di trauma, neanche un dito rotto. Cosa abbastanza strana in caso di investimento.

E poi sul luogo del presunto incidente, nessun pezzo di auto, nessun vetro, nessun segno di frenata. Una dinamica insomma molto più compatibile con un’aggressione.

Da qui ieri una serie di  approfonditi rilievi: sia a lato strada sia in quel che resta della Fazenda, ristorante che una volta era i più famosi d’Italia e ora è un ricettacolo d’abbandono, che dà ricovero a tanti sbandati e senzatetto. Tra loro è emerso che c’era anche il 34enne rumeno: da tempo sul territorio, ha sempre vissuto alla giornata con lavoretti saltuari ed è già stato coinvolto in episodi critici.

Altamente probabile dunque che il fatto sia stato causato da una lite in un mondo borderline, forse con un’altra persona che si era rifugiata all’ex Fazenda, o che era venuta lì per qualche questione poco chiara.