Contenuto riservato agli abbonati

I no-vax raddoppiano: sabato a Modena due eventi

La manifestazione di sabato a Modena

Scissione nel mondo negazionista: oltre al corteo contestato dai negozianti, un altro gruppo organizza una manifestazione

MODENA. Qualcuno sabato passando per il centro di Modena potrebbe pensare di essere su “Scherzi a parte”: le manifestazioni dei no-vax non solo continuano, ma raddoppiano. Ben due nello stesso pomeriggio (non male per un Paese in cui non ci sarebbe libertà). Ebbene sì, sabato alle 15.30 si terrà una manifestazione al parco Novi Sad e alle 18 l’abituale corteo in piazza Grande e via Emilia centro (se per quest’ultimo arriverà l’ok definitivo della questura). È il risultato di una scissione avvenuta all’interno del mondo negazionista modenese che negli ultimi mesi si è dimostrato vivo e vibrante, un microcosmo che va raccontato.

Fino a giugno si tenevano eventi in piazza Grande che sono anche sfociati in pesanti scontri verbali con la polizia locale stigmatizzati dal prefetto. Gli organizzatori (chiamiamoli negazionisti della prima ora) avevano annunciato che gli incontri, dopo una pausa estiva, sarebbero poi ripresi in autunno; quello che non avevano calcolato è che altri in pieno agosto avrebbero preso in mano la piazza: sono quelli del corteo del sabato tanto contestato dai negozianti. Un gruppo che si definisce apartitico ma al cui interno trovano spazio anche appartenenti alle varie anime della destra modenese e che per facciata si connota come “no-green pass”, ma basta dare un occhio al loro canale Telegram per capire che in realtà sono contrari al vaccino.


In definitiva siamo di fronte a due organizzazioni distinte che, nonostante un incontro interlocutorio tra i vertici avvenuto venerdì, non hanno trovato la quadra per unificarsi: la scissione di sabato è la riprova che ognuno ha intenzione di andare per la propria strada. Una scelta che ha creato un certo malcontento tra le parti.

Quello che di certo li accomuna è l’idea distorta sulla pandemia e sulla sanità. Basta dare un occhio agli ospiti che sabato saranno al Novi Sad per l’incontro organizzato dai “vecchi” negazionisti che cercano di riprendersi le luci dei riflettori: ci saranno Armando Manocchia (direttore di Imolaoggi un sito di informazione che non è una testata giornalistica), Ornella Mariani (una scrittrice che sostiene che il Covid è una menzogna) e il medico Mariano Amici (sospeso, senza stipendio, poiché, nonostante i ripetuti solleciti, non ha voluto sottoporsi alla vaccinazione e che nei mesi scorsi aveva sottoposto un kiwi al tampone). Poi nella seconda parte del pomeriggio ci sarà il corteo degli altri.

Ecco il programma del sabato pomeriggio modenese. E no, non siete su “Scherzi a parte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA