Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Villa d’Oro, parco indoor per skateboard e bmx «Anche per i bambini»

Presentata la Modena School con l’assessore Baracchi E nel fine-settimana in città il World Rookie Tour con talenti da tutta Europa

Giovanni Balugani

Calcio? Volley? Basket? E perché non skateboard?


Ora anche a Modena esiste un luogo in cui i bambini (e non solo) possono avvicinarsi a una disciplina che a tutti gli effetti è uno sport riconosciuto a livello mondiale, tanto che alle passate Olimpiadi di Tokyo sono state assegnate le prime medaglie della storia.

Siamo alla Villa d’Oro e nell’edificio che un tempo ospitava i campi da bocce, ora sorge il Rock & Ride indoor skatepark, un vero e proprio parco per skate, Bmx, monopattini e roller fatto di rampe dove poter non solo praticare questo sport a tutta adrenalina, ma anche imparare da zero grazie alla Modena Skateboard School.

A chi è rivolto? A tutti, come spiega Luca Borghetti: «Dai 4 anni in su qui i bambini possono venire a divertirsi anche grazie agli open day che teniamo il martedì per la Bmx e il mercoledì e giovedì per lo skate. Siamo orgogliosi del lavoro fatto e di poter inaugurare a tutti gli effetti la struttura: qui abbiamo messo cuore e tanto lavoro per una riconversione che mantiene tuttavia l’identità della Villa d’Oro. E soprattutto qui c’è la possibilità di usare skate e bmx anche in inverno, protetti da freddo, pioggia e umidità».

Prende vita così uno spazio che rappresenta sì uno sport di nicchia, ma anche in grande ascesa. Inoltre Modena si prepara ad accogliere una gara internazionale, che si terrà tra sabato e domenica, come spiega Marco Sampaoli, responsabile comunicazione del World Rookie Tour: «Si terrà una prova del più grande circuito giovanile internazionale dedicato a skateboard, snowboard, sci freestyle e surf, appunto denominata Worl Rookie Tour. Avremo atleti provenienti da tutto il mondo con un programma intenso e che non tocca solo lo skate. Sabato mattina porteremo i ragazzi in visita in città, mentre nel pomeriggio si terrà una seduta di allenamento presso lo skate park Le Gobbe (vicino al Polo Leonardo, ndr). Poi sabato sera dalle 19.30 alle 21.30 ci trasferiremo qui alla Villa d’Oro per una open night. La domenica la gara vera e propria alle Gobbe. Non si vincono premi in denaro, ma due inviti all-inclusive per il best rookie e la best girl per le World Rookie Finals di Innsbruck».

Presente anche Vera Tavoni (presidente Uisp) e Grazia Baracchi, assessore allo Sport del Comune che ha sottolineato l’importanza delle strutture per i giovani: «Questa disciplina è energia e tanti stanno credendo nell’ascesa dello skate, che è un’attività motoria a tutti gli effetti. Come amministrazione abbiamo appoggiato la riqualificazione della struttura della Villa d’Oro che consentirà di intercettare tanti ragazzi. Un impegno che abbiamo profuso anche nel parco Le Gobbe, per creare una socialità condivisa tra tutti coloro che frequentano la zona».

Qualcuno nel corso della presentazione nomina anche la parola Olimpiade e d’altronde il primo passo per creare dei campioni sono sempre le strutture, ma quel che conta è la funzione sociale di luoghi come lo skatepark della Villa d’Oro: «Qui si viene per divertirsi e imparare – conclude Borghetti – e quando i genitori vengono a riprendere i bambini farli scendere dallo skate è davvero dura...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA