Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Arrivano altri 400 monopattini. La flotta del noleggio si allarga

Con le proposte di due nuovi operatori si sale a 860 mezzi elettrici ma alcuni sono vietati agli under 18

Modena. In città ci saranno a breve 860 monopattini elettrici in affitto per ogni esigenza. Sono in arrivo sul mercato modenese, infatti, altri due nuovi operatori di noleggio: ha avviato il servizio in città in questi giorni il nuovo operatore di noleggio Bird rides Italy srl di Milano e un altro operatore, Link your city Italia srl che ha sede a Torino, partirà a breve.

Complessivamente, a partire dal mese di ottobre, gli operatori che offriranno il servizio di sharing saranno cinque (tre vecchi e due nuovi): Vento/Wind, Helbiz, Togo, Link e Bird.


«I due nuovi operatori – spiega una nota del Comune – sono recentemente stati autorizzati al servizio di noleggio di monopattini a propulsione prevalentemente elettrica, dopo aver presentato richiesta nell’ambito del nuovo avviso pubblicato dal Comune nel mese di giugno ed essere risultati in regola con i requisiti previsti».

“Bird rides Italy” e “Link your city Italia” metteranno in circolazione 200 mezzi ciascuno e offriranno il servizio 24 ore su 24 con autorizzazione fino al 30 settembre 2024. L’operatore Link offrirà il servizio a utenti maggiorenni, mentre Bird estende l’utilizzo dei propri mezzi a utenti a partire dal 14esimo anno di età (come prevede la normativa, gli utilizzatori in età compresa tra 14 e 18 anni per utilizzare il monopattino hanno l’obbligo di indossare idoneo casco protettivo).

«Sono state inoltre rinnovate fino a settembre 2024 le autorizzazioni di tre dei quattro operatori attivi a Modena – specifica il Comune – Si tratta di Helbiz con 200 mezzi, Togo con 60 mezzi, e Wind con 200 mezzi che, a seguito di cambio societario, saranno ora gestiti dalla Vento Mobility srl di Torino. A partire da venerdì 1 ottobre, invece, interromperà il servizio l’operatore De Feo/Twiga, che non ha presentato richiesta di rinnovo dell’autorizzazione e procederà al ritiro dei 40 mezzi in circolazione sul territorio cittadino».

Il servizio continua ad essere particolarmente interessante per i cittadini e soprattutto i professionisti che devono spostarsi in città. Noleggiare il monopattino elettrico risulta piuttosto semplice: basta scaricare sul proprio smartphone le singole app delle cinque società che forniscono gli 860 mezzi della flotta; inserendo i dati e la carta di credito si risulta attivi e inquadrando con la fotocamera il qr code sul manubrio il gioco è fatto. Basta darsi una spinta, accelerare e partire.

Ma c’è il tema sicurezza che non lascia tranquille soprattutto le forze dell’ordine visto che gli utenti dei monopattini stanno alzando l’asticella del rischio. Sarebbe ad esempio obbligatorio girare dal tramonto all’alba con le luci ma spesso ci si imbatte nei mezzi sprovvisti che sfrecciano anche a velocità inadeguate e non consentite. Rischi della città smart.