Contenuto riservato agli abbonati

Spilamberto Si fingono vigili urbani e truffano un anziano

SPILAMBERTO. «Buongiorno Signore, siamo stati incaricati di controllare le tubature e la qualità dell’acqua corrente della propria abitazione perché risulterebbe essere stata contaminata».

Con questo pretesto, nei giorni scorsi, a Spilamberto, due individui distintamente vestiti si sono introdotti all’interno dell’abitazione di un 78enne del posto. Una volta all’interno, uno dei due malviventi ha distratto l’anziano proprietario qualificandosi come vigile urbano, mentre l’altro ha iniziato a girovagare per le stanze dell’abitazione ed in particolare nella camera da letto dello spilambertese. Insospettito dall’atteggiamento dei due individui, l’anziano proprietario invitava i due soggetti a lasciare immediatamente l’abitazione. Solo nei giorni successivi la vittima si è accorta, con grande dispiacere, della mancanza di alcuni gioielli in oro. Tutti ricordi di modesto valore economico, ma di importante valore affettivo. Erano custoditi all’interno di un cassetto della camera da letto.


Dai carabinieri, in particolare dal maggiore Vito Ristallo, alcuni consigli: «Chiamate sempre il 112 quando vi si presentano individui che si spacciano per forze dell’ordine o per tecnici di luce o gas. Ricordate, poi, che dopo un incidente stradale non è previsto, mai e poi mai, un pagamento per “sistemare” i danni causati dal sinistro stesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA