Piano antismog, si ricomindia: a Modena il 10 ottobre è domenica ecologica Stop ai diesel Euro 4

Si riparte con la “domenica ecologica”: come previsto dalla manovra per la qualità dell’aria della Regione, per tutta la giornata di domani, dalle 8.30 alle 18.30, nell’area cittadina compresa all’interno delle tangenziali è previsto il blocco dei veicoli più inquinanti, compresi i diesel Euro 4. Oltre a questi, si fermano anche i veicoli la cui circolazione è già limitata durante la settimana: i mezzi a benzina fino agli Euro 2, quelli a gpl-benzina e metano-benzina fino agli Euro 1, ciclomotori e motocicli fino agli Euro 1. La manovra è entrata in vigore l’1 ottobre e si applicherà fino al 30 aprile 2022.

Per tutta la giornata di domani saranno dunque in vigore le stesse regole di circolazione applicate dal lunedì al venerdì, estese però anche ai veicoli diesel Euro 4: dalle 8.30 alle 18.30, nell’area all’interno delle tangenziali non potranno circolare i veicoli a benzina Euro 0 ed Euro 1, i diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 Euro 3 ed Euro 4 (anche se dotati di filtro antiparticolato), i ciclomotori e i motocicli Euro 0. Le limitazioni si applicano nell’area compresa all’interno delle tangenziali nord Pirandello, Carducci e Pasternak, Nuova Estense, strada Bellaria, Contrada, via Giardini, complanare Einaudi, strada Modena-Sassuolo, tangenziale Mistral. È comunque sempre possibile, per tutti i veicoli, circolare sulle strade all’interno dell’anello delle tangenziali che conducono ai parcheggi scambiatori e alle strutture ospedaliere.


Per le abitazioni dotate di riscaldamento multicombustibile, rimane in vigore anche il divieto di utilizzare il riscaldamento domestico a biomasse (legna, pellet, cippato o altro) sia nei generatori con potenza nominale fino a 500 kW con certificazione ambientale inferiore a tre stelle, sia nei focolari aperti o che possono funzionare aperti. Vietato anche bruciare sterpaglie, residui di potatura e simili e scarti di vegetali di origine agricola. Le informazioni sulla manovra, la mappa e tutte le deroghe previste sono disponibili sulla pagina dedicata del sito del Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA