Contenuto riservato agli abbonati

Giornate Fai a Nonantola e Medolla: due giorni di visite alla Partecipanza e all’Oasi del Torazzuolo

Il programma autunnale prevede l’accesso ai due luoghi di grande pregio naturalistico e anche alla villa di Medolla dell’artista Carla Molinari 

Elena Pelloni

NONANTOLA. Le giornate Fai d’Autunno arrivano a Modena sabato e domenica prossimi. E precisamente a Nonantola, alla sede della Partecipanza Agraria, nell’oasi naturalistica del Torazzuolo e a Medolla, nel complesso di Villa Molinari. L’evento si svolgerà contemporaneamente in centinaia di altre città italiane, scelte dalla delegazione Giovani del Fondo Ambientale italiano a motivo della loro straordinarietà. Palazzi, ville, chiese, castelli, aree archeologiche, esempi di archeologia industriale, musei e siti militari: luoghi solitamente inaccessibili oppure poco noti e bisognosi di valorizzazione apriranno le loro porte a chiunque vorrà partecipare. Le iniziative modenesi sono state curate dal Gruppo Fai Giovani Modena e dalla delegazione Fai di Modena.


La Partecipanza Agraria di Nonantola aprirà le porte della sua sede per raccontare la storia di un altro tipo di proprietà, tramandato di generazione in generazione dal Medioevo fino ai giorni nostri. «È un vero orgoglio per noi essere stati inclusi in questa preziosa iniziativa – spiega Alberto Reggiani, presidente della Partecipanza Agraria – pensiamo infatti sia importante condividere la nostra esperienza anche con persone che non vivono a stretto contatto con questa realtà. Apriremo le porte della nostra sede storica, dell’archivio e metteremo a disposizione tutte le mappe che raccontano l’evolversi del nostro territorio. I terreni della Partecipanza rappresentano un luogo aperto a tutti e vocato alla conservazione delle specie vegetali autoctone. Soprattutto dopo l’esperienza del Covid, abbiamo avuto contezza di quanto il lavoro che portiamo avanti dagli anni ’90 rappresenti un valore fondamentale per la nostra comunità e per il nostro ambiente».

Oltre alle sedi storiche, la Partecipanza Agraria porterà i visitatori anche nella Oasi del Torazzuolo, una delle aree naturalistiche più importanti della Pianura Padana sia per dimensioni che per diversificazione degli habitat presenti. A presentare e a condurre le visite nei luoghi nonantolani spetterà a guide d’eccezione. Saranno infatti gli studenti del Liceo scientifico Wiligelmo di Modena e dell’Istituto superiore Meucci di Carpi a cimentarsi come Apprendisti Ciceroni. Nelle stesse giornate, il gruppo Fai Bassa Modenese organizzerà le visite nel complesso di Villa Molinari a Camurana, nel Comune di Medolla. In particolare, aprirà il giardino retrostante la villa per omaggiare le opere e i dipinti di Carla Molinari, precedente proprietaria dello stabile e cittadina modello di Medolla, scomparsa nel 2016. «Al di là del pregio artistico, architettonico e naturalistico del complesso di Villa Molinari, siamo onorati di poter ricordare una nostra concittadina, esempio di umanità e creatività – illustra Alberto Calciolari, sindaco di Medolla – Carla Molinari è stata una donna di grande spessore e molto importante per il nostro territorio. Ha saputo coniugare l’impegno artistico con quello civico. Per noi è quindi un onore poterla ricordare in un evento così sentito in tutta Italia». Gli Apprendisti Ciceroni per le visite a Villa Molinari saranno gli studenti del Liceo Morandi di Finale Emilia. Per partecipare alle visite è necessario prenotarsi nei siti ufficiali della manifestazione. La quota di partecipazione corrisponde a 3 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA