Contenuto riservato agli abbonati

Modena, la Bonissima in piazza Grande. Tre giorni di cucina ed eventi

Una trentina di prodotti di eccellenze e curiosità gastronomiche modenesi Stand aperti fino alle 23 per aperitivi sotto le stelle. Ecco gli showcooking

MODENA. La Bonissima torna in Piazza Grande da domani a domenica, proponendo per il dodicesimo anno tutto il suo carico di gusti e profumi. Il Festival del gusto e dei prodotti tipici modenesi, organizzato da Sgp Eventi, in collaborazione con il Comune e con il contributo de la Camera di Commercio di Modena, Tradizioni e Sapori e Bper Banca, è ormai un appuntamento fisso e irrinunciabile per i buongustai e per tutti gli amanti della cucina, sia tradizionale sia innovativa e sperimentale.

Al centro della kermesse la cultura alimentare modenese, di alta qualità, sempre più affermata a livello nazionale è il fil rouge che legherà questa edizione della manifestazione di piazza Grande Patrimonio Unesco dell’Umanità dal 1997 assieme a Duomo e Torre della Ghirlandina.


Proposte, novità, curiosità e ricette locali sono da sempre il segreto del successo de La Bonissima: la manifestazione si propone anche quest’anno come occasione imperdibile per trascorrere un weekend all’insegna del gusto, in tutta sicurezza, tra mercato delle eccellenze, showcooking e laboratori. Nella tre giorni Piazza Grande si trasformerà in una vetrina delle eccellenze agroalimentari e gastronomiche del territorio, presentato da una trentina di produttori modenesi. Non mancheranno tutti i simboli della cucina modenese, dal gnocco fritto a base di ingredienti a Km 0 ai borlenghi preparati con ingredienti semplici e un procedimento spettacolare, poi serviti caldi con lardo e aromi, fino alle crescentine-tigelle, lasagne, (che vegetariane), calzagatti. E ancora, Parmigiano Reggiano, aceto balsamico, il prosciutto di Modena Dop, il salame di San Felice, tortellini, patata di Montese e farine, per passare poi ai prodotti del bosco (funghi, tartufi, mirtilli) e alle prelibatezze dolci, cioccolato, praline, croccante e i parigini macaron. Ma anche ottima birra da birrifici artigianali della città e l’immancabile Lambrusco e Pignoletto in tutte le sue qualità.

Novità di quest’anno: gli espositori effettuano la somministrazione fino alle 23 dando così la possibilità di gustare aperitivi e cene all’aria aperta sotto la Ghirlandina anche di sera. Tra le attese presenze tanti giovani chef o food blogger che si alterneranno sul palco di Piazza Grande. Si parte sabato pomeriggio con lo showcooking dal titolo “I Giovani Leoni”, ovvero una sfida amichevole tra gli studenti di due delle scuole di cucina più prestigiose della nostra regione: “Scuola alberghiera IAL di Serramazzoni” e “Centro di formazione professionale Nazareno di Carpi.” La sfida ai fornelli fra i futuri chef verrà condotta dallo chef Stefano Corghi presidente dell’Associazione “Modena a Tavola”, titolare e chef del ristorante “Luppolo e L’Uva” di Modena. Sempre sabato pomeriggio, tocca alle food blogger, un vero e proprio contest tra amatori dei fornelli, condotto da Lorella Giugni. Showcooking finale di domenica pomeriggio “Tra genio e follia”. Non mancheranno le attese premiazioni: a decretare il Re o Regina del Mercato, alla presenza del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.