Contenuto riservato agli abbonati

Castelvetro, cinque calciatori feriti nello schianto frontale

Rientravano da allenamento, uno di loro gravissimo: operato Coinvolta una donna di 33 anni che è in terapia intensiva

CASTELVETRO. Stavano tornado verso Modena dopo l’allenamento del mercoledì quando, per motivi ancora in corso di accertamento, cinque calciatori del Castelvetro (che prende parte all’Eccellenza) sono stati protagonisti di un terribile incidente. Nello schianto è rimasta coinvolta anche una donna che a sua volta, alla guida di una Citroen C3, stava viaggiando lungo via Modena a Castelvetro. A riportare le conseguenze peggiori un 18enne, D.P. le iniziali, residente in città e proprio la ragazza castelvetrese, I.P. di 33 anni. Quest’ultima è ricoverata nel reparto di Terapia intensiva all’ospedale di Baggiovara, il 18enne invece si trova al Maggiore di Bologna. Operato poche ore dopo lo schianto è sotto stretta osservazione dei medici con una prognosi al momento riservata. Altri due giovani, S.V. e G.F. pure loro 18enni, hanno riportato alcune fratture, ma la loro condizione è meno preoccupante rispetto a quella del coetaneo e compagno di squadra. Nessuna conseguenza grave, invece, per i calciatori P.S di 20anni e un 17enne.

Saranno state più o meno le nove della sera di mercoledì quando, proprio lungo via Modena, è avvenuto l’incidente. Considerata la gravità è subito scattata la macchina dei soccorsi: sul posto la polizia locale dell’Unione Terre di Castelli, i vigili del fuoco, quattro ambulanze del 118, un’automedica e l’elisoccorso che ha poi trasportato uno dei 18enni verso il Maggiore. Ad accorrere sulla strada che porta verso Solignano anche Marco Ballotta, presidente del Castelvetro oltre che conosciuto ex portiere di Inter, Lazio e Modena: «Sono arrivato poco dopo l’accaduto e da lì con mister Cattani ci siamo spostati al pronto soccorso dove abbiamo cercato di far sentire la nostra vicinanza alle famiglie. Questi per noi sono momenti complicati, il pensiero va anche alla ragazza coinvolta nella carambola e rimasta ferita».


La società, Ballotta in primis, è costantemente in contatto con i genitori dei calciatori e con gli ospedali: «In particolare per conoscere le condizioni di uno dei nostri tesserati che sono le più serie. È stato operato dopo l’incidente e per questo siamo in attesa di notizie dai medici. La squadra è rimasta molto colpita da quanto accaduto, il gruppo è composto da giovani amici ed è parecchio unito. Tutti noi non vediamo l’ora di poter rivedere i cinque ragazzi al campo sportivo».

La dinamica dell’incidente, come detto, è al vaglio degli agenti. Certi almeno un paio di aspetti: le due auto coinvolte, una Punto e una C3, viaggiavano in direzioni opposte quando si sono scontrate frontalmente. Non è da escludere, ma qui si va nel campo delle supposizioni, che la Fiat, con a bordo i calciatori, abbia improvvisamente sbandato a causa di una rottura o di una foratura. Toccherà dunque alla polizia locale dell’Unione Terre di Castelli ricostruire quanto accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA