Contenuto riservato agli abbonati

Spilamberto. Si schianta davanti alle onoranze: ferito un 33enne

Spilamberto. Si schianta davanti alle onoranze funebri. ma per fortuna l’epilogo non è così grave da richiedere il loro immediato intervento.

E’ successo ieri sulla Vignolese alle porte di Spilamberto. Erano da poco passate le 15: un 33enne residente in paese stava procedendo regolarmente con la sua Citroen C3 da Vignola in direzione Spilamberto appunto. All’improvviso l’incidente, con una dinamica piuttosto particolare: la macchina ha invaso la corsia opposta e poi è uscita tutta a sinistra finendo sul marciapiede e quindi per centrare il palo del portale di segnalazione dell’attraversamento pedonale proprio davanti alle Onoranze Madrigali, a pochi metri dall’Hotel San Pellegrino (che resta però sulla destra nella parte opposta). L’impatto è stato a velocità sostenuta, e quindi devastante per il mezzo: la parte frontale della macchina è andata distrutta, con il vano motore accartocciato come se fosse stato di cartapesta. Un urto frontale secco: le conseguenze potevano essere gravissime per il 33enne, ma fortunatamente i dispositivi di sicurezza hanno fatto il loro dovere limitando le conseguenze, e per quanto sotto choc per l’accaduto non ha mai perso conoscenza.


Sono scattati subito i soccorsi: sul posto gli agenti della polizia Locale delle Terre di Castelli e la Pubblica Assistenza di Vignola, che dopo aver stabilizzato il giovane lo ha portato a Baggiovara in codice giallo. Ovviamente è stato necessario istituire il senso alternato durante le operazioni e i rilievi. Tutta da ricostruire la dinamica che ha portato a un’uscita tanto devastante, che poteva avere conseguenze ben peggiori: la macchina si è schiantata contro il palo che serve anche come fermata bus, e se ci fosse stato qualcuno ad aspettare poteva essere travolto. Oppure ci potevano essere dei pedoni sul marciapiede su cui è salita. Invece macchina distrutta ma conseguenze limitate. C’è chi diceva che la C3 era uscita dopo aver subito un sorpasso pirata, ma la circostanza è in verifica.

D.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA