Contenuto riservato agli abbonati

Lama Mocogno. Moto nella scarpata dopo lo scontro con una monovolume

Volo spaventoso per una coppia di 55enni di Vignola Portati a Baggiovara in elicottero, i due se la caveranno

lama Mocogno. Uno scontro moto-auto con la moto che, per effetto respinta, finisce giù per una scarpata. Dinamica da paura ieri per il sinistro che si è verificato a Lama Mocogno all’incrocio tra la Giardini e la strada per Vaglio.

Le conseguenze potevano essere tragiche, invece per fortuna ci sono stati solo dei feriti con delle fratture significative, ma senza pericolo di vita. E’ successo verso le 16.30: il 55enne vignolese G.P. stava guidando la sua moto Ducati sulla Giardini in direzione Pavullo, al rientro dalla gita della domenica in montagna assieme a una coetanea. Arrivata in discesa all’altezza del bivio per Vaglio, la coppia si è trovata davanti la monovolume Hyundai condotta in senso opposto dal 67enne G.S. di Modena, che stava svoltando a sinistra per andare in via Vaglio e si era già portato sull’altra corsia. L’urto è stato forte, al punto da fare finire la moto tutta a destra contro un cancello e quindi nella scarpata a ridosso del cortile di un’abitazione. Una dinamica tremenda, che poteva portare alle conseguenze più devastanti per chi era in moto: gravi ferite contro la cancellata o traumi devastanti nel volo giù per la scarpata. Di fronte a una dinamica di questo tipo è stato massimo allarme: sul posto i volontari dell’Avpa di Lama, gli agenti di polizia Locale, i tecnici del Soccorso alpino del Cimone, l’automedica 118 di Pavullo e due elicotteri, quello di Pavullo e quello di Bologna, per i due in moto.


L’intervento del Saer si è reso necessario proprio per la drammatica fuoriuscita stradale che ha portato i due giù per una specie di dirupo, anche se solo per alcuni metri. Fortunatamente le loro condizioni sono risultate meno gravi del previsto: uomo e donna sono rimasti sempre coscienti, per quanto con fortissimi dolori alle gambe, con tutta probabilità per delle fratture. Possono dire di averla messa bene alla fine: portati dai due elicotteri all’ospedale di Baggiovara, dagli accertamenti non sono risultati in pericolo di vita, anche se servirà più di un mese per il pieno recupero.

Illeso invece il conducente della monovolume, che ha dovuto spiegare agli agenti i motivi di quella manovra. Forti i rallentamenti al traffico in un orario pomeridiano segnato dal rientro di gran parte delle persone salite in montagna per una gita domenicale: la Giardini e via Vaglio sono state chiuse per i soccorsi e i rilievi, la piena viabilità è stata ripristinata verso le 18.45.

D.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA