Contenuto riservato agli abbonati

Carpi,scuole Don Milani, 60 contagi, alle “Hack” altri 100 tamponi

Solo una classe delle elementari potrà riprendere le lezioni in presenza già oggi Alle medie un centinaio di alunni restano a casa fino a mercoledì in attesa del test

CARPI. Sono 60 i contagiati alle scuole Don Milani di Cibeno. Il risultato finale dell’’indagine epidemiologica effettuata dal Dipartimento di sanità pubblica dell’Ausl sui contatti stretti degli alunni della scuola primaria, risultati positivi al Coronavirus, ha consentito in tempi rapidi di individuare altri casi di contagio. Sono cresciuti così, dagli iniziali 29 a 60 i positivi, tra i quali due insegnanti.



Se, quindi, una classe, oggi potrà riprendere le lezioni in presenza, non essendo stato rilevato alcun positivo al Covid, tutti gli alunni delle altre dieci classi dovranno restare in isolamento domiciliare con tempistiche leggermente diverse in base a quando è avvenuto il contatto con il caso positivo. Essendo la situazione del contagio strettamente individuale, infatti, ogni caso dovrà seguire periodi legati alla propria esperienza. Le recenti normative stabiliscono che l’isolamento per i contatti stretti di casi positivi dura dieci giorni e termina con il tampone negativo.

Si pensa già ai controlli, nel frattempo: i tamponi per la scuola Don Milani sono stati già programmati dal Dipartimento di sanità pubblica per la fine del mese di ottobre.

«Grazie allo screening che abbiamo effettuato con tamponi nel cortile della scuola, in accordo con la dirigenza scolastica e con i referenti scolastici, è stato possibile effettuare il tracciamento in tempi rapidi e in modo da facilitare bambini e personale scolastico – spiega Stefania Ascari, direttrice sanitaria del distretto di Carpi – In queste ore il dipartimento di sanità pubblica sta informando ciascuna classe e ad ognuna vengono date indicazioni sul periodo di isolamento».

I tamponi di controllo al termine del periodo di isolamento verranno effettuati nelle consuete postazioni drive-through di Carpi dove è stato predisposto un orario più ampio per agevolare le famiglie che nei giorni scorsi, in particolare nella giornata di venerdì, hanno dovuto affrontare lunghe code e ore di attesa prima di poter effettuare il test.

Un altro caso, sempre a Carpi, viene tenuto sotto stretta osservazione da parte dell’azienda sanitaria.

Si tratta della scuola media Margherita Hack, dove risultano tre positivi al Covid di cui due studenti e un insegnante. Un centinaio, fra studenti e personale scolastico, si dovrà sottoporre al tampone. Per una classe delle medie, in cui risultavano due dei tre positivi, è previsto l’isolamento di dieci giorni, ed è stata quindi attivata la Dad. Altre quattro classi saranno sottoposte subito a tampone e nel frattempo resteranno a casa: se l’esito del test molecolare sarà negativo potranno subito riprendere le lezioni senza attendere il termine dei dieci giorni di isolamento.

«Queste quattro classi andranno in via dell’Agricoltura al drive through mercoledì a fare il tampone – spiega il preside Tiziano Mantovani – Visto il grado di parentela con gli alunni delle “Don Milani”, avevamo preventivato questa situazione anche alla “Hack”. I ragazzi delle quattro classi non sono in quarantena, ma sospesi in via precauzionale.