Contenuto riservato agli abbonati

Fanano. Il Palaghiaccio riapre dopo 20 mesi di stop E con lo sponsor adesso è “Ares Arena”

A Fanano da domani sera di nuovo operativa la struttura rimasta ferma al febbraio 2020, tra novità e piani importanti 

FANANO Dopo 20 mesi di passione legata all’emergenza Covid, domani sera riapre finalmente il Palaghiaccio di Fanano, e l’attesa è alle stelle.

cambia il nome


Intanto per il semplice piacere di poter di nuovo provare, e far provare, la girandola di emozioni che solo il pattinaggio sul ghiaccio può assicurare. Poi perché al timone della struttura ci sarà la Polisportiva con una compagine rinnovata. Ma soprattutto perché l’avvio di stagione avverrà con un cambiamento importante: un nuovo nome legato a un main sponsor, come per le strutture più blasonate. Adesso si chiama Ares Arena Palaghiaccio Fanano, grazie all’attenzione dedicata all’impianto dalla Ares di Modena, eccellenza nel design delle supercar, ma non solo.

si riparte con festa

Su al sipario dunque, con questi orari: venerdì dalle 20.30 alle 23, sabato dalle 15 alle 19 e dalle 20.30 alle 23, domenica idem più il mattino (10-12.30) e lunedì sia mattina (10-12.30) che pomeriggio (15-19). Accesso chiaramente solo con green pass, e dato che la capienza sarà ridotta per garantire il distanziamento, è possibile anche prenotare il biglietto su palaghiacciofanano.it.

Oggi si ultimeranno i preparativi per fare in modo che sia tutto tirato a lucido per i turisti. Per i quali è stata studiata anche una festa di benvenuto in paese: è “Fan-Halloween”, evento organizzato su misura per i bimbi domenica dal Comune in collaborazione con la cartoleria Paola’s Store. Si parte alle 14.30 al negozio con truccabimbi, poi alle 15.30 partenza dal parco Roma con una lettura itinerante a cura dei volontari di Nati per Leggere e della biblioteca. Alle 16.30 infine ritrovo di nuovo alla cartoleria per una caccia al tesoro per le vie del paese, “alla ricerca della zucca preziosa”.

I commenti

C’è tanta voglia di fare bene nella ripresa dopo lo stop più lungo della storia: «Sarà una grande emozione per ragazze e ragazzi tornare a pattinare, così come lo sarà per noi vederli di nuovo sorridenti in pista – sottolinea Mattia Piccinelli, nuovo presidente della Polisportiva – speriamo che sia il primo tassello di un inverno normale che riporti anche gli sciatori sulle piste. Intanto il Palaghiaccio parte garantendo il suo effetto attrattivo a vantaggio di tutto il paese, e non solo. Vogliamo introdurre diverse novità nella struttura, potenziandola. Ma una cosa alla volta: intanto il più sentito grazie a tutto lo staff della Polisportiva, al Comune per il supporto e ovviamente ad Ares, che ha creduto così tanto in noi. Speriamo solo di non essere messi in difficoltà dai rincari su gas e corrente».

«In bocca al lupo alla Polisportiva e ai giovani che si mettono in gioco nella gestione – commenta il sindaco Stefano Muzzarelli – così come a tutti gli atleti che qui faranno attività agonistica. Ne abbiamo più di 100: una cifra di tutto rispetto per un piccolo comune come il nostro. E’ splendido ritrovare il Palaghiaccio, struttura strategica non solo per noi ma per tutto il comprensorio del Cimone. Mi auguro che i Comuni dell’area ma anche enti superiori come Provincia e Regione si rendano conto di quanto è importante valorizzarlo e farlo crescere ancora al servizio di tutti».