Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Con l’auto nel torrente Tiepido Salvati dai vigili del fuoco

Due amici sbandano  in via Gherbella e finiscono dentro la poca acqua Subito soccorsi dai pompieri Accertamenti con l’etilometro

Poteva finire molto peggio se il Tiepido fosse stato pieno d’acqua. Ma la siccità dell’ultimo periodo è stata fedele alleata di due amici, terminati con l’auto nel greto del torrente dopo essere usciti di strada. E buon per loro che c’è chi ha chiamato i soccorsi, permettendo ai vigili del fuoco di Modena di intervenire per estrarli dalle lamiere e affidarli alle cure del 118.

L’incidente è avvenuto sabato notte, poco dopo l’una. La vettura su cui viaggiavano, una Ford, ha sbandato nei pressi del ponte pedonale che sormonta il Tiepido ed è finita tra le frasche, precipitando per un paio di metri. La vettura è rimasta adagiata sul greto fangoso e i pompieri hanno dovuto calarsi con una scala per dare la prima assistenza alla coppia di amici. Gli air bag avevano comunque fatto il loro dovere ma è stato necessario tagliare la portiera del conducente per recuperarlo e aiutarlo a tornare in strada. Lì lo attendevano due ambulanze del 118, che hanno stabilizzato i feriti e fornito le prime cure. Poi entrambi, con ferite di media gravità, sono stati accompagnati presso l’ospedale di Baggiovara dove il personale del pronto soccorso li ha sottoposti ad accertamenti diagnostici.


Al volante, stando a quanto accertato dalla Polizia locale di Modena che ha effettuato i rilievi e gestito il traffico sulla Gherbella, c’era un 27enne di origini rumene, attualmente residente a Formigine. Per lui, oltre a tutte le analisi mediche del caso, è stato disposto anche il test alcolemico per verificare se si trovasse alla guida in condizioni psicofisiche precarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA